Palermo-Milan, coppa Italia 2011: Rossi vuole la finale

Stasera si giocherà la semifinale di ritorno Palermo-Milan di coppa Italia 2011, e Rossi ieri ha tenuto una conferenza stampa analizzando la partita. Strano destino quello del tecnico rosanero: fino a qualche settimana fa era un disoccupato, ora si ritrova a giocarsi una sfida che può aprirgli le porte della finale di coppa Italia 2011. Rossi incita i suoi senza caricarli di responsabilità: "Le mie sensazioni alla vigilia di una semifinale di coppa Italia non sono diverse da quelle di altre partite– dice l'allenatore- poichè per me ogni allenamento è una finale. Questo è il mio modo di interpretare il calcio".

All'andata il Palermo giocò molto bene, ed il 2-2 è un buon viatico per l'accesso alla finale. Tuttavia Rossi invita i suoi a concentrarsi unicamente sulla sfida di stasera per scrivere una nuova pagina gloriosa nella storia del club siciliano: "Abbiamo la possibilità di entrare nella storia del Palermo e della Sicilia. Già il fatto di essere arrivati fin qui per noi è motivo d'orgoglio. Però sarà una partita completamente diversa dall'andata, ho detto ai ragazzi di concentrarsi unicamente su questa sfida di ritorno".

Sarà una partita importantissima che i tifosi rosanero attendono con grande trepidazione, ma Rossi prova quasi a deresponsabilizzare i suoi per evitare che l'ansia possa tirare brutti scherzi: "Sono convinto che faremo una grande gara. Tuttavia non dobbiamo considerarla la partita della vita, perchè ciò significherebbe che un'occasione simile non potrebbe ripetersi. Invece dobbiamo essere ottimisti e pensare che in futuro potremo giocare partite ancora più importanti".