Dopo il terremoto societario, che ha fatto precipitare il club in Serie D, la dirigenza del Palermo è al lavoro per allestire una squadra competitiva che possa tornare subito tra i professionisti. Annunciato da giorni dall'amministratore delegato del club rosanero, Rinaldo Sagramola, il nuovo colpo di mercato rosanero porta il nome di Juan Mauri. Centrocampista argentino, classe 1988 e fratello del più noto José (ex Milan e Parma), Juan Mauri sbarca in Sicilia da svincolato dopo il fallimento della Lucchese: la squadra con la quale ha giocato nell’ultima stagione.

Arrivato in Italia grazie al Milan, che lo prese insieme al fratello, Juan Mauri non è mai sceso in campo con i rossoneri e ha finito, in questi anni, per girare in prestito: prima all’Akragas, poi alla Paganese fino ad arrivare alla Lucchese dove ha contribuito anche lui alla salvezza della formazione toscana prima del fallimento.

L'entusiasmo dei tifosi

Per il nuovo tecnico del Palermo, Rosario Pergolizzi, si tratta dell'ennesimo innesto d'esperienza che va ad aggiungersi a quelli già in rosa come Dellafiore, Santana e Ricciardo: quest'ultimo protagonista nella scorsa stagione a Cesena. Nelle ultime ore Juan Mauri avrebbe già effettuato le visite mediche, e sarebbe dunque pronto a raggiungere con i nuovi compagni.

"È ancora presto per giudicare la squadra, anche se di tempo ne abbiamo poco – ha spiegato direttamente dal ritiro della squadra, l'amministratore delegato – Aspettiamo le amichevoli per definire l’organico, che abbiamo assemblato dal nulla. Penso sia giusto dare la possibilità all’allenatore di dare un giudizio completo. Sul piano del comportamento sono ragazzi inappuntabili. La qualità non manca, l’allenatore conferma. L'entusiasmo intorno al nuovo Palermo? Non mi aspettavo questa risposta dalla città, il presidente invece ci sperava. Sono contento per lui".