Il 14 maggio 2019 verrà ricordato da tutti i tifosi romanisti (e non solo) come il giorno del triste annuncio di Daniele De Rossi. Il centrocampista giallorosso, che ha ereditato la fascia da capitano da Francesco Totti, non è però l'unico grande giocatore a lasciare il proprio club o addirittura a dire basta al calcio giocato.

Dopo l'addio di Hamsik al Napoli nello scorso gennaio, pochi giorni fa ha infatti annunciato il suo ritiro Sergio Pellissier: 40enne capitano e bandiera del Chievo, applaudito a scena aperta da tutto San Siro in occasione della recente partita tra l'Inter e la squadra di Di Carlo. Nel prossimo weekend sarà invece Andrea Barzagli a salutare tutti i tifosi della Juventus: un addio commovente, che il trentottenne difensore toscano farà di fronte alla coppa per l'ottavo scudetto bianconero consecutivo.

Gli altri addii in Europa

A sfidare i campioni d'Italia, nella prossima stagione, ci sarà anche Diego Godin. L'esperto difensore uruguaiano sabato prossimo sarà infatti in campo per l'ultima volta con l'Atletico, squadra con la quale ha giocato negli ultimi nove anni insieme a Juanfran: altro giocatore dei "Colchoneros" all'ultima partita della sua brillante carriera a Madrid. Tifosi spagnoli che, prima dei due difensori di Simeone, avevano visto partire per il Qatar un campione come Xavi: anche lui in procinto di appendere le scarpette al chiodo.

Negli altri paesi le lacrime di commozione sono scese per Robin van Persie, pronto ad iniziare la carriera di vice-allenatore del Feyenoord, e per tre giocatori simbolo del Bayern Monaco: Arjen Robben (che potrebbe chiudere la carriera in Olanda o nel Stati Uniti), Franck Ribery (atteso da un possibile trasferimento in Qatar o negli Emirati) e Rafinha: italo-brasiliano, ex Genoa, che probabilmente tornerà in Brasile. Tra coloro che sono in procinto di iniziare una nuova avventura anche Herrera dello United, Cahill del Chelsea e Rabiot del Psg: sogno di mercato di molti top club europei.