In Spagna e soprattutto in Catalogna non hanno dubbi. E' questione di giorni, forse di ore e poi Neymar diventerà un nuovo giocatore del Paris Saint Germain. Le voci relative ad un operazione che inizialmente sembrava puro fantamercato, sono diventate sempre più concrete al punto che nella giornata di martedì l'affare più costoso della storia del calcio potrebbe diventare realtà, con le visite mediche e la firma del brasiliano sotto la Tour Eiffel. Il tutto con buona pace del Barcellona che si consolerebbe incassando i 222 milioni della clausola rescissoria, pronto ad un ulteriore super colpo, questa volta però in entrata.

Neymar al Barcellona, operazione di mercato da 562 milioni.

Il trasferimento del brasiliano alla corte del Psg riscriverebbe la storia del calciomercato e quindi anche del calcio. Se per convincere il Barça basteranno i 222 milioni della clausola rescissoria, la trattativa complessiva potrebbe aggirarsi su cifre di circa 562 milioni, che potrebbero poi ulteriormente lievitare fino ai 600. Per il brasiliano poi l'ingaggio al Paris Saint Germain potrebbe superare i 30 milioni con la possibilità di bonus, per uno stipendio nettamente superiore rispetto ai 16 percepiti dal Barcellona

Psg, il piano per aggirare il Fair Play Finanziario: Neymar a parametro zero.

La domanda che negli ultimi giorni circola maggiormente tra gli appassionati di calcio è senza dubbio: come conciliare il Fair Play finanziario e l'operazione di mercato Psg-Neymar? Secondo le indiscrezioni provenienti dalla Spagna, i francesi hanno trovato il modo di aggirare i vincoli del Fair Play finanziario sugli investimenti: Qatar Sports Investment, la compagnia di Doha proprietaria del Psg che fa a capo di Nasser Al-Khelaïfi, verserebbe nelle casse di Neymar 300 milioni di euro, in quanto "testimonial" dei prossimi Mondiali del 2022. In questo modo sarebbe lo stesso calciatore a pagare la clausola rescissoria liberandosi così dal contratto, e approdando formalmente poi al Psg a parametro zero.

Barcellona beffato, nessuna denuncia all'Uefa per Neymar al Psg.

Il Barcellona nei giorni scorsi si era detto pronto a denunciare il Psg alla Uefa, proprio per la questione relativa al Fair Play finanziario. E' evidente che con questo "trucchetto" dell'acquisizione di Neymar da svincolato, nessuno potrebbe opporsi, e anche l'ipotesi di una battaglia legale del Barcellona sembra destinata a cadere nel vuoto, con i catalani che potrebbero solo prendere atto della cessione del brasiliano.

Psg, cessioni big per far fronte all'acquisto di Neymar.

Il Psg in caso di arrivo di Neymar dovrà comunque provvedere ad alleggerire il tetto salariale, per far fronte a quello monstre del brasiliano. Ecco allora che, come anticipato dalla stampa catalana, potrebbero esserci delle cessioni big nella squadra di Emery. Il nome più suggestivo è quello di Angel Di Maria (ingaggio da 9.5 milioni) che ha tra gli estimatori anche Juventus e Inter: l'argentino ha infatti un ingaggio di 9.5 milioni di euro. Oltre a lui, in uscita potrebbero finire anche Lucas Moura che guadagna 5.5 milioni di euro, Ben Arfa e Krychowiak (5 milioni), Jesé e Aurier (3 milioni).