Aurelio De Laurentiis e Carlo Ancelotti hanno chiesto pazienza e fiducia ai tifosi del Napoli. Il mercato è ancora lungo e non è detto che le trattative più difficili non si possano infatti sbloccare nelle prossime settimane. Su tutte quella legata ad James Rodriguez: il giocatore che sta infiammando l'entusiasmo del popolo azzurro e monopolizzando le ultime notizie legate ai movimenti del club partenopeo.

"Perché il Real Madrid non ce lo vuole dare in prestito?", si era chiesto nei giorni scorsi il presidente campano. Una domanda alla quale sta cercando di trovare una risposta Jorge Mendes: il potente procuratore portoghese che, dopo aver portato Vinicius al Benfica, si è preso a cuore anche l'affare James Rodriguez al Napoli. Nelle prossime ore Mendes incontrerà dunque Florentino Perez, per provare a convincerlo ad accettare la formula del prestito con diritto di riscatto al posto dei 42 milioni di euro, che De Laurentiis dovrebbe inoltre pagare in un'unica tranche.

La mediazione di Mendes e l'insidia dell'Atletico Madrid

Il giocatore colombiano è intanto ancora in vacanza a Medellin e segue da lontano la trattativa. Il prossimo 29 luglio dovrebbe presentarsi in ritiro con il Real Madrid, anche se l'intenzione di Zinedine Zidane (che ha già fatto capire di non averlo incluso nel suo progetto tecnico) e il lavoro di mediazione di Mendes potrebbero a questo punto metterlo su un aereo con destinazione Napoli.

A seguire con attenzione i movimenti del giocatore ex Bayern Monaco, ci sarebbe inoltre l'Atletico Madrid del "Cholo" Simeone. La strategia studiata dagli spagnoli è ormai chiara: far cassa con una cessione importante per girare i soldi al Real per James Rodriguez. Un piano che potrebbe andare in porto con la cessione di Angel Correal al Milan per una cifra di 55 milioni di euro.