E' tutto pronto al San Paolo per la sfida tra Napoli e Juventus: partita che dirà molto in merito alle ambizioni scudetto della squadra di Maurizio Sarri. Per la 143esima volta in Serie A, azzurri e bianconeri si ritroveranno di fronte un una sfida carica di significati e piena di risvolti curiosi e interessanti. Se ormai non fa più notizia il ritorno di Gonzalo Higuain a Fuorigrotta, fa invece parlare la presenza di due giocatori della Primavera nella panchina napoletana.

Leandrinho e Scarf

Complice l'assenza di Ghoulam e di Milik, Maurizio Sarri ha infatti preferito convocare anche Leandrinho e Scarf: giocatori della squadra allenata da Lorentino Beoni. Il primo è un attaccante brasiliano di 19 anni, spesso convocato in prima squadra dopo l'infortunio del giocatore polacco. Il secondo, invece, è un terzino ghanese classe '99 già aggregato per la trasferta di Udine e stasera per la prima volta in panchina con i "grandi".

Hamsik "punta" Diego

A mali estremi, dunque, Sarri ha trovato il rimedio più estremo: convocare i due ragazzi della Primavera. I due infortuni di Ghoulam e Milik, hanno infatti costretto il tecnico a prendere in considerazione la formazione "B" come possibile serbatoio dal quale rifornirsi. Leandrinho e Scarf sono però gli unici ad aver trovato posto tra i convocati, perché il resto della rosa di Sarri è infatti tutta a disposizione e pronta a scendere in campo contro Buffon e compagni. Tra di loro anche il capitano Marek Hamsik: atteso da una gara speciale. Manca infatti solo un gol per eguagliare il record di Diego Armando Maradona: uno dei tanti tifosi che, salute permettendo, seguirà il big match davanti alla televisione.

I convocati di Sarri

Reina, Rafael, Sepe, Albiol, Chiriches, Hysaj, Koulibaly, Maksimovic, Maggio, Mario Rui, Scarf, Jorginho, Allan, Diawara, Hamsik, Rog, Zielinski, Giaccherini, Callejon, Ounas, Insigne, Mertens, Leandrinho.