Napoli-Inter 2-0 Cavani Coppa Italia

Termina  2-0 il match tra Napoli e Inter al San Paolo, match caratterizzato da tantissime emozioni sbloccato soltanto dalla doppietta di Cavani che arriva a quota 51 gol realizzati con la maglia della formazione azzurra. Grande risultato della squadra di Mazzarri che centra la semifinale di Coppa Italia contro il Siena, vincente contro il Chievo nel pomeriggio. Termina invece a otto vittorie consecutive la striscia positiva dell'Inter di Ranieri.

Il tecnico partenopeo lascia inizialmente Pandev in panchina preferendo Lavezzi al macedone. Ranieri schiera invece i migliori uomini a sua disposizione, dopo aver rinunciato a Nagatomo, Coutinho, Lucio e Pazzini per infortunio. Prima frazione all’insegna del ritmo alto e del tanto nervosismo. Il Napoli crea gioco e le prime occasioni da rete, ma l’Inter si difende con ordine nonostante il predomio territoriale dei partenopei. Gli azzurri provano a passare in vantaggio con Maggio e Gargano ma è miracolosa la respinta in corner di Castellazzi sull’esterno mentre la punizione dell’uruguagio termina di poco a lato. I nerazzurri provano a reagire ma i partenopei recriminano per il fallo di Chivu ai danni di Cavani al limite, il Matador cade in area e chiede il penalty ma l’arbitro lascia proseguire. Piccolo screzio invece tra Gargano e Sneijder per un brutto intervento dell’olandese sulla tibia del mediano uruguagio, con l’arbitro che sanziona l’ex Real Madrid con il cartellino giallo. Sul finale di frazione occasione per Aronica all’interno dell’area, ma il tiro del difensore del Napoli è debole e non crea pericoli a Castellazzi.

Ranieri nell’intervallo lascia negli spogliatoi Obi per Alvarez, ma ad inizio ripresa arriva immediatamente il vantaggio di Cavani dal dischetto. E' lo stesso uruguagio a guadagnare il rigore per il fallo di Thiago Motta per poi liquidare Castellazzi, riscattando l'errore di domenica scorsa al Franchi di Siena. La gara si anima e gli animi si scaldano, Milito invoca un rigore per la spinta di Maggio in area azzurra ma l’arbitro Celi lascia proseguire. L’Inter si riversa in avanti ma il Napoli riesce a tenere il vantaggio, Gargano sfiora il raddoppio ma è bravissimo Castellazzi ad uscire sul mediano azzurro. Ranieri punta allora su una formazione a trazione anteriore con Zarate in campo, l’argentino sfiora il pareggio ma in pieno recupero arriva il raddoppio di Cavani in contropiede dopo aver superato Castellazzi in dribbling. È il tripudio per il Napoli, esplode di gioia il San Paolo che torna a vivere una serata magica dopo le emozioni vissute di recente in Champions League.

Il tabellino di Napoli-Inter 2-0:

Napoli (3-4-2-1): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica; Maggio, Inler (37′ st  Dzemaili), Gargano, Zuniga; Hamsik (42′ st  Dossena), Lavezzi (20′ st  Pandev); Cavani. A disp.: Rosati, Fernandez, Britos, Vargas. All.: Mazzarri

Inter (4-4-2): Castellazzi; Maicon, Ranocchia, Samuel, Chivu; Zanetti, Thiago Motta (31′ st  Zarate), Cambiasso, Obi (1′ st  Alvarez); Sneijder, Milito. A disp.: Julio Cesar, Cordoba, Faraoni, Poli, Castaignos. All.: Ranieri

Arbitro: Celi
Marcatori: 5′ st rig. e 93′ Cavani (N)
Ammoniti: Chivu, Sneijder, Milito (I); Maggio, Gargano (N)