Come sta Lorenzo Insigne? Quali sono le condizioni del ‘magnifico' costretto a uscire in anticipo a Manchester per un problema muscolare? Il report medico ufficiale del Napoli ha fornito notizie certe sul calciatore che all'Etihad aveva abbandonato il terreno di gioco zoppicando in maniera vistosa, con lo sguardo basso e un dolore all'interno coscia. Contrattura da affaticamento all'adduttore destro, escluse lesioni: è questo il responso degli esami a cui si è sottoposto per una seconda volta il giocatore, la cui situazione verrà valutata di giorno in giorno in vista della prossima sfida di campionato contro l'Inter.

La cautela dello staff medico. Lui vuole esserci a tutti i costi ma né Sarri né lo staff azzurro del dottor De Nicola hanno intenzione di correre rischi inutili. Contro il City, in Champions League, è uscito a scopo precauzionale e ha già svolto le terapie previste per il recupero: la speranza è di averlo pronto sabato sera, quando al San Paolo arriveranno i nerazzurri di Luciano Spalletti. "Insigne ha avvertito un dolore all'adduttore e per fortuna non ha avuto nessun dolore scatenante – ha ammesso Sarri durante la conferenza stampa dopo la gara -. Non dovrebbe essere nulla di grave, ha fatto benissimo ad uscire".

Le opportunità di qualificazione agli ottavi. La sconfitta (2-1) nella terza giornata della fase a gironi di Champions League lascia il Napoli a 3 punti in classifica, alle spalle di Manchester (9) e Shakhtar (6, che ha battuto il Feyenoord). Quante possibilità hanno i partenopei di qualificarsi agli ottavi di finale? Secondo le quote proposte dalle agenzie di scommesse, il Napoli resta favorito sugli ucraini. Il superamento della fase a gruppi è quotata a 1.45 mentre i nero-arancio sono dati a 1.83. Quanto al primato nel girone, il City è bancato a 1.10, quota che ritiene improbabile la possibilità che il Napoli o lo Shakhtar – entrambe date a 11.00 – possano ribaltare gli attuali rapporti di forza.