Due colpi di mercato ‘fatti in casa': un attaccante e un difensore, come rilanciato. Il recupero di Arkadiusz Milik e Faouzi Ghoulam è la notizia più bella che può arrivare allo staff tecnico del Napoli proiettato verso una seconda parte di stagione intensa e durissima per il duello a distanza con la Juventus per lo scudetto. Dopo la sosta il tecnico potrebbe riabbracciare la punta polacca che è ferma dal 23 settembre scorso per la rottura del legamento crociato del ginocchio destro: l'articolazione fece crac durante la gara contro la Spal (vinta 3-2 e decisa da una rete del terzino algerino), fu il secondo infortunio grave capitato nel giro di un anno (in precedenza fu il ginocchio sinistro a cedere).

Secondo quanto raccontato da Radio Kiss Kiss Napoli, emittente ufficiale della società partenopea, l'ex Ajax potrebbe essere già a disposizione per il match contro l’Atalanta. Ed è anche per questa ragione che gli azzurri hanno deciso di non forzare i tempi per l'arrivo di Inglese, che verrà lasciato al Chievo Verona fino al termine della stagione. Tra lunedì e martedì la punta 23enne e il difensore effettueranno la visita di controllo definitiva dal professor Mariani: in base all'esito degli esami, toccherà allo specialista dare il possibile via libera ai due calciatori per riprendere il lavoro con il resto del gruppo.

Per l’algerino il recupero completo è previsto per febbraio, qualche settimana dopo Milik. Anche in questo caso il Napoli ha preferito non affondare il colpo al tavolo delle trattative per un terzino sinistro. Nel mirino dei partenopei c'è Grimaldo del Benfica che dal Portogallo dicono essere già stato bloccato per la fine della stagione. Un'altra ala mancina che sbarcherà sotto il Vesuvio. Adesso, però, tutte le attenzioni sono concentrate sulla seconda parte del torneo, quella decisiva per vincere il braccio di ferro con la Juventus.