Quando in quel triste pomeriggio di marzo del 1991 Diego Armando Maradona scrisse la parola fine sulla sua esperienza con il Napoli, tutti quanti furono d'accordo nel dire che nessun giocatore avrebbe potuto fare meglio di lui. Nessuno, men che meno Marek Hamsik: arrivato a Castel Volturno soltanto molti anni più tardi e che, all'epoca del tramonto dell'idolo argentino e napoletano, aveva soltanto quattro anni ed era all'oscuro del talento di Diego. Eppure, a distanza di venticinque anni, lo slovacco è riuscito a sgretolare (gol dopo gol) il record dell'indimenticato "Pibe de Oro". Dopo la rete segnata nel scorso maggio al Frosinone, "Marekiaro" si è infatti tolto lo sfizio di sorpassare Maradona nella classifica napoletana dei marcatori più prolifici in campionato, grazie al gol dell'1-0 contro il Palermo. Una rete arrivata, manco a farlo apposta, grazie al piede sinistro: lo stesso con il quale l'argentino ha costruito il suo mito.

Lo score di Hamsik nel Napoli, prima della gara di Palermo (fonte Transfermarkt)
in foto: Lo score di Hamsik nel Napoli, prima della gara di Palermo (fonte Transfermarkt)

A caccia del record assoluto

Rimasto l'unico idolo della curva azzurra, dopo la partenza di Lavezzi e Cavani e il tradimento recente di Gonzalo Higuain, Marek Hamsik ha scritto una pagina indelebile della sua brillante carriera e si appresta a tentare di avvicinare il primatista del gol partenopeo: Antonio Vojak, ex attaccante azzurro degli anni trenta e, successivamente, anche tecnico al San Paolo per tre stagioni tra il 1940 e il 1943. Il record assoluto dista soltanto venti reti: vetta che lo slovacco potrebbe anche raggiungere, grazie alla sua età (29 anni) e agli anni di contratto che gli rimangono con il club di Aurelio De Laurentiis. L'unica consolazione per Maradona, rimane quella di aver segnato più gol al Napoli calcolando tutte le competizioni: una classifica dove Hamsik è quinto con 99 reti, preceduto da Vojak a 103, Cavani a 104 e Sallustro a 108.

Il valore di mercato di Hamsik (fonte Transfermarkt)
in foto: Il valore di mercato di Hamsik (fonte Transfermarkt)

La gioia del capitano

Intervistato da Mediaset Premium subito dopo il fischio finale della partita, Marek Hamsik ha parlato dello stato di salute della sua squadra e del record di Maradona: "Ormai siamo diventati una macchina da gol – ha dichiarato lo slovacco – Siamo felici di segnare e ancor di più per non averne subiti. La mia rete? Sono contento di aver aiutato la squadra, per i tre punti e la vittoria. Per me è una bella soddisfazione personale aver superato i gol di Maradona, ora cercherò di segnarne il più possibile. Sono un centrocampista e non avrei mai immaginato di superare Diego nel conteggio delle reti".