Rientrano quasi tutti i big e si comincia a fare sul serio al netto del ko nella prima amichevole pre-stagionale col Benevento a Dimaro. Il ritiro in Trentino, dunque, entra nel vivo, nella fase più intensa del suo planning per permettere all’intera rosa di incamerare benzina, gambe ed energie utili per affrontare un’annata ricca di impegni e di altrettanti aspettative. Alimentate, poi, da un calciomercato denso di notizie, di affascinanti retroscena e di uscite complicate.

Un mercato che si fa più interessante e che, di pari passo col ritiro azzurro, sta occupando i pensieri di Giuntoli e soci impegnati a chiudere l’affare Elmas e a condurre la faticosa trattativa per James col Real Madrid. Su cui, stando all'edizione odierna del quotidiano Marca sarebbe piombato l'Atletico Madrid ormai orfano di Griezmann. E così, dal punto sulle trattative in entrata alle richieste del patron De Laurentiis per liberare Verdi, ecco ultimissime notizie e trattative in tempo reale sul calciomercato partenopeo.

Trattative calde: tutto fatto per Elmas. Ottimismo per James nonostante ‘Marca'

L’attualità del calciomercato, da sempre fluida e in costante aggiornamento, parla macedone passando per la Turchia. Terra d’adozione di Elmas ma anche trampolino di lancio per il classe ‘99 che, in poco più di due anni, è riuscito a conquistare un posto da titolare nel Fenerbahce e a mettersi via via in evidenza nel collettivo turco finendo, poi, nel mirino di un intenditore del gioco, al secolo: Carlo Ancelotti. Che fin da principio, insieme a suo figlio Davide, lo ha messo in cima alla lista dei desideri per la mediana convincendo tutti a fare uno sforzo per il talentino di Skopje che si candida, ora, a nuovo Fabian Ruiz per percorso ed evoluzione durante la prossima annata.

L’accordo è ormai totale, 15-16 milioni di euro al Fenerbahçe (più 3 di bonus), 1 al ragazzo per cinque anni, con le visite mediche di rito e la firma attese nel corso della prossima settimana. Per il terzo colpo ufficiale, anzi il quarto, dopo l’arrivo di Di Lorenzo, di Manolas e il riscatto di Ospina.

Poi, sotto con l’affare James Rodriguez col Real Madrid, ad oggi, irremovibile sulla richiesta di 42 milioni di euro per il Diez colombiano. Che però potrebbe essere determinante per la soluzione del rebus forte della sua voglia di raggiungere il ‘San Paolo’ e, soprattutto, Carlo Ancelotti. Si tratta a oltranza con una certa fiducia nella fumata bianca, nella riuscita della trattativa, che dovrebbe chiudersi non più con un prestito oneroso a 10 milioni di euro più diritto di riscatto fissato a 30, ma con un accordo da 40 milioni di euro con pagamento dilazionato in più esercizi.

Regna l'ottimismo dunque anche se, un po' a guastare la road map partenopea, ci pensa il quotidiano Marca che, sondando fonti vicine all'ex Bayern Monaco, avrebbe compreso le intenzioni del ragazzo il quale, il condizionale è d'obbligo, avrebbe espresso l'intenzione di restare a Madrid e accasarsi  nell'Atletico di Simeone. Per l’attacco, al netto delle difficoltà per Rodrigo del Valencia e dell’attuale calma sul fronte Icardi, occhio a Everton Soares del Gremio per il quale, secondo la stampa brasiliana, ci sarebbe un interessamento vivo, reale da parte del club del patron De Laurentiis.

In uscita: le pretese di Adl bloccano Verdi, Inglese, Rog, Mario Rui e Hysaj

Sul fronte uscite, al di là dei prestiti dei giovanissimi talenti della rosa partenopea, Zerbin, al Cesena, e Zedadka, Marfella e Zanoli al Bari, il Napoli resta fermo e ancorato a valutazioni di mercato per i suoi partenti di sicuro alte. Trenta milioni per Inglese, che piace a Fiorentina, Atalanta e Parma, 25/30 per Verdi, per il quale c’è il forte interesse del Torino, 20 per Rog, con Genoa e Cagliari in pole, 25 per Hysaj e almeno 15 per Mario Rui.

Pretese giuste dal punto di vista societario ma non condivise dai potenziali acquirenti con gli azzurri, al momento, capaci di piazzare solo due suoi elementi in altre squadre: Diawara alla Roma nell’operazione Manolas e Raul Albiol al Villarreal. Un po’ poco per chi, con i soldi delle cessioni, deve fare mercato e piazzare i colpi decisivi vista stagione 2019/20.

Cosa serve: un terzino mancino ed un attaccante

Il restyling delle corsie laterali di difesa, con gli addii certi di Mario Rui e Hysaj, esige trasformazioni importanti che, il solo Di Lorenzo, non può completare. A sinistra, infatti, col lusitano fuori dai giochi, resta ancora una casella libera per il ruolo di fluidificante mancino mentre a destra, proprio l’ex Empoli e Malcuit, garantiscono ampie rotazioni al tecnico Ancelotti. Che dopo aver ricevuto la notizia del quasi certo innesto di Elmas può dirsi soddisfatto sulla mediana.

Un po’ meno per quanto concerne il reparto avanzato con James ancora di là dalla firma, Lozano in stand-by e un po’ di incertezza sul prossimo puntero da affiancare a Milik con un Mertens, da poco rientrato nei ranghi, in scadenza il prossimo 30 giugno.