9 Giugno 2019
09:21

Mondiali femminili 2019, chi sono le azzurre della Nazionale

L’Italia femminile è ai Mondiali a distanza di 20 anni dall’ultima volta. L’esordio contro l’Australia è stato bello e vincente, da allora fino ai quarti con l’Olanda il cammino è stato in crescendo. Dal capitano Sara Gama al bomber Barbara Bonansea andiamo dunque a scoprire chi sono una per una le 23 azzurre scelte dal ct Milena Bartolini per questa avventura iridata in corso di svolgimento in Francia.
A cura di Michele Mazzeo

L’attesa per la sfida dei quarti di finale delle Azzurre al Mondiale di calcio 2019 è finita: allo Stade du Hainaut di Velenciennes l’Italia è scesa in campo per la gara che vale la semifinale della Coppa contro una delle avversarie più forti, l'Olanda. Un match storico nella rassegna iridata per la formazione di Bertolini, andiamo quindi a conoscere le 23 azzurre convocate dalla ct, ex calciatrice di grande esperienza, che guiderà l’Italia in questa suo ritorno ai Mondiali femminili a 20 anni di distanza dall’ultima volta.

Portieri

Laura Giuliani, 26 anni appena compiuti, è nata a Milano e attualmente è il portiere della Juventus. Ha esordito in nazionale nel 2011 con l’under 19 mentre nel 2015 ha debuttato nella selezione maggiore contro la Spagna. Prima che i bianconeri la riportassero in Italia nel 2017 ha trascorso gran parte della sua carriera in Germania, fra Gütersloh, Herforder, Colonia e Friburgo. Gli altri due portieri convocati dalla ct per la rassegna iridata sono la 33enne romana Chiara Marchitelli di proprietà della Florentia e la coetanea palermitana Rosalia Pipitone che nell’ultima stagione ha difeso i pali della Roma.

Difensori

Per quello che riguarda la difesa invece il volto più noto è certamente quello del capitano Sara Gama, 30enne triestina di madre italiana e padre congolese , donna-simbolo della Juventus e della stessa Nazionale. Ha iniziato a giocare nelle squadre del Friuli Venezia Giulia, per poi passare al Brescia nel 2012. Tra il 2013 e il 2015 ha giocato invece in Francia tra le fila del Paris Saint-Germain prima di tornare al Brescia. Dal 2017 è il perno della difesa della Vecchia Signora della quale grazie al suo carisma (che ha ispirato addirittura la Mattel nella creazione di una Barbie con le sue sembianze) è il capitano. A proposito di carisma non è certamente da meno Elisa Bartoli, romana e romanista classe ‘91, terzino sinistro e capitano della Roma che gioca nella nazionale maggiore dal 2013 e nel suo palmares vanta due campionati di serie A vinti con la Torres e con la Fiorentina. Sarà lei, insieme a Lisa Boattin, 27enne di Portogruaro titolare della Juventus, a giocarsi il posto per presidiare la corsia mancina dello schieramento difensivo azzurro.

Del reparto difensivo fa parte anche l'unica giocatrice della spedizione azzurra che attualmente milita all'estero. Si tratta del centrale 25enne Elena Linari, nativa di Fiesole, che la scorsa estate è emigrata in Spagna per andare a rinforzare la compagine femminile dell’Atletico Madrid.

Esperienze estere anche per un altro elemento del pacchetto arretrato del ct Bertolini. Il terzino destro Alia Guagni, 31enne fiorentina, che dopo aver fatto esperienza in America nel 2015 è tornata in Italia per giocare nella Fiorentina, di cui è capitano. A concludere il lotto dei difensori azzurri la 28enne milanese Laura Fusetti difensore centrale del Milan.

Centrocampisti

A spiccare per quel che riguarda il centrocampo è sicuramente il “blocco” della Juventus campione d’Italia. Bianconere infatti sono sia la talentuosa esterna offensiva Barbara Bonansea, 28enne di Pinerolo, che per restare fedele alla società piemontese ha rifiutato un’offerta da parte del fortissimo Lione (vincitore di 4 Champions League di fila), che l’altrettanto talentuosa 28enne ala destra di Manervio Valentina Cernoia, così come le mezzali Aurora “Iaia” Galli (classe ‘96) e Martina Rosucci (classe ‘92) reduce da un bruttissimo infortunio (rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio) a inizio stagione ma adesso ristabilitasi completamente.

Tra invece le centrocampiste che nell’ultima stagione hanno militato nel Milan: Linda Tucceri Cimini, nata nel 1991, che ha debuttato con la maglia della Nazionale nel 2016 contro l'Irlanda del Nord; il duttile esterno offensivo 22enne varesino Valentina Bergamaschi (reduce da due brutti infortuni); e la trequartista 21enne, stella della formazione femminile rossonera, Manuela Giugliano, da cui ci si aspetta quel mix di talento e fantasia che possa fare la differenza in questa rassegna iridata. Gioca nella Fiorentina invece Alice Parisi, 28enne di Trento, tornata in Nazionale dopo il brutto incidente (frattura di tibia e perone) che nel 2017 ne mise a rischio la carriera. Dalla Roma arriva invece Annamaria Serturini, 20enne bergamasca, che si presenta ai nastri di partenza come la più giovane giocatrice della spedizione azzurra in questi Mondiali di calcio femminile.

Attaccanti

Soltanto una invece la rappresentante della Juventus campione d’Italia per quel che riguarda il reparto offensivo: bianconera infatti è la 29enne originaria della provincia di Brescia, Cristiana Girelli, attaccante che in campo unisce potenza e tecnica. Due invece gli attaccanti di proprietà del Milan: Valentina Giacinti, bergamasca 25enne, migliore marcatrice (21 reti) di tutta la Serie A 2018/19, e Daniela Sabatino, molisana classe ‘85 seconda classificata nella classifica marcatori dietro alla compagna di squadra grazie ai 17 sigilli messi a referto nell’ultimo campionato, che si presenta come la calciatrice più esperta della rosa a disposizione della ct Bertolini. Le ultime due frecce d’attacco nella faretra azzurra sono Ilaria Mauro, attaccante della Fiorentina (con cui ha vinto campionato e Coppa Italia nel 2016/17) con diverse esperienze nel massimo torneo tedesco (prima con il Sand e poi con il Turbine Potsdam), e la 31enne lodigiana Stefania Terenzi autrice di 13 gol nella Serie A appena conclusasi con la maglia del Chievo Verona.

L'Italia femminile è già fuori dagli Europei, KO anche con il Belgio: azzurre ultime nel girone
L'Italia femminile è già fuori dagli Europei, KO anche con il Belgio: azzurre ultime nel girone
Un'intera nazionale ha rischiato di non partecipare ai Mondiali di atletica: bloccata in Italia
Un'intera nazionale ha rischiato di non partecipare ai Mondiali di atletica: bloccata in Italia
Zaytsev escluso dalla Nazionale, niente Mondiali e mistero sulle cause:
Zaytsev escluso dalla Nazionale, niente Mondiali e mistero sulle cause: "Si è comportato bene"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni