"Fuck Sarri-ball". Lo urlano i tifosi del Chelsea dopo la sconfitta contro il Manchester United che ha portato all'eliminazione del Chelsea dalla FA Cup. Sutton, ex attaccante del Blues, ha dichiarato alla BBC che il tecnico italiano ha le ore contate. Addirittura potrebbe non esserci più lui in panchina domenica prossima, in occasione della finale di Coppa di Lega contro il Manchester City. Lo stesso avversario che in Premier ha inflitto una delle più umilianti batoste nella storia dei londinesi (battuti per 6-0). L'esonero? Alle voci insistenti sul licenziamento l'ex allenatore del Napoli ha risposto così: "Ero davvero molto preoccupato quando allenavo in C2 in Italia, non adesso". Il ko contro i Red Devils ha alimentato le critiche nei confronti del ‘mister' e sono diversi i capi d'imputazione.

  • Anzitutto, il modulo che converge tutto verso un'unica punta. A Napoli era riuscito a sublimare quell'impostazione tattica con la straordinaria capacità di Higuain di trasformare in gol un'alta percentuale di assist e palloni giocati in area di rigore. Il punto è che il Pipita non è lo stesso di allora (e lo si era visto già a Milano) e aver insistito con la società perché arrivasse nonostante fuori target rispetto alle scelte abituali è un ‘dettaglio' che gli verrà presentato in calce al conto.
  • La fitta trama di passaggi improntata al possesso non entusiasma, non sembra molto efficace e soprattutto non è più una sorpresa per gli avversari che sembrano aver trovato il modo di disinnescarla colpendo l'anello debole: quel Jorginho che in Italia veniva considerato una pedina inamovibile mentre non è riuscito a prendere ancora del tutto le misure nel torneo inglese.
  • Mancata reazione. L'incapacità di riannodare i fili del match e mettere in difficoltà l'avversario è altro punto di critica. Le aggravanti? Tre in particolare: la prestazione di Higuain (che non fa rimpiangere di certo Giroud), il rendimento di Kovacic (che non sembra all'altezza), le difficoltà palesate da Marcos Alonso che con Conte si esaltava ma con Sarri sembra aver smarrito la propria identità.

Cosa succede in caso di esonero? La sfida contro il City può fare da spartiacque: perdere anche la finale della Coppa di Lega metterebbe di fatto alla porta Sarri. A quel punto i Blues potrebbero optare per una soluzione a interim fino al termine della stagione (Zola?) e poi puntare tutto – come raccontato dai tabloid – su Zinedine Zidane che avrebbe già chiesto alla società 2 cose: anzitutto la conferma di Hazard e la possibilità di investimenti importanti sul mercato.