Archiviato l’arrivo di Romelu Lukaku in casa Inter il mercato non è ancora finito. Le ultime notizie raccontano di Marotta, Ausilio e di tutta la squadra mercato nerazzurra a lavoro per rinforzare la rosa a disposizione di Antonio Conte in vista della prossima stagione. Ecco nel dettaglio quali sono le trattative in tempo reale del club meneghino per questo mercato estivo.

Perisic in prestito al Bayern

Dopo il colpo Romelu Lukaku (26 anni), arrivato dal Manchester United per 65 milioni di euro più 10 milioni di bonus, il mercato in entrata dell’Inter non sembra ancora concluso. I nerazzurri infatti stanno lavorando per mettere a segno altri tre colpi (un laterale, un centrocampista e un attaccante) senza però tralasciare le cessioni di quegli elementi che non sembrano rientrare nei piani del nuovo allenatore Antonio Conte. Tra questi ultimi i principali candidati a salutare Milano sono l’esterno croato Ivan Perisic, vicino al passaggio in prestito oneroso (5 milioni) con diritto di riscatto (fissato a 20 milioni) al Bayern Monaco, l’ex capitano “separato in casa” Mauro Icardi sul quale ci sono invece le rivali Juventus e Napoli, e il centrocampista portoghese Joao Mario anch’esso non convocato per l’amichevole di ieri in casa del Valencia e ormai ai margini del nuovo progetto nerazzurro.

Biraghi, Vidal e Dzeko: il mercato in entrata non è ancora chiuso

Obiettivo cedere dunque, ma non solo. Beppe Marotta e soci, infatti, stanno lavorando anche sul fronte entrate: Matteo Darmian (29) del Manchester United e Cristiano Biraghi (25) della Fiorentina sono le prime due scelte per la corsia sinistra, l’ex juventino (che riabbraccerebbe eventualmente Conte), ora al Barcellona, Arturo Vidal (32) e il laziale Sergej Milinkovic – Savic (24) i due nomi in cima alla lista della squadra di mercato meneghina per quanto concerne l’ultimo rinforzo sulla mediana, ed il romanista Edin Dzeko (33) invece per quel che riguarda l’attacco con la trattativa con la Roma che dovrebbe chiudersi (in un modo o nell’altro) prima di Ferragosto. Lasciando anche la porta aperta allo juventino Paulo Dybala (25) dato che in extremis lo scambio con Mauro Icardi potrebbe tornare d’attualità in quanto potrebbe risolvere i “problemi” di bilancio per entrambe le società coinvolte.