Un cantiere aperto. E' il Milan che Paolo Maldini sta pazientemente ricomponendo tassello dopo tassello. Definito il ruolo di direttore sportivo (Massara), scelto anche l'allenatore (Marco Giampaolo, formerà un contratto di 2 anni con opzione per il terzo), piazzato il primo colpo di mercato (Krunic dell'Empoli) la campagna acquisti dei rossoneri si muove secondo la linea tracciata dall'ad, Gazidis: ovvero, niente top player ma calciatori funzionali alle necessità della squadra. Due i profili individuati secondo le ultime notizie di calciomercato sulle possibili trattative: il primo è il centrocampista della Fiorentina, Jordan Veretout; il secondo è il difensore del Napoli, Mario Rui (entrambi molto graditi al prossimo allenatore).

Le trattative del Milan per rinforzare il centrocampo

E' nella zona nevralgica del campo che si concentrano le maggiori attenzioni della dirigenza considerati gli addii di Montolivo, Bertolacci e Bakayoko, le condizioni fisiche di Biglia e la possibilità che Kessié venga ceduto qualora arrivassero offerte economiche importanti. E' per questa ragione che, dopo essersi messo sulle tracce di Stefano Sensi del Sassuolo, il ‘diavolo' ha rivolto le attenzioni al francese della Viola (nel mirino anche dei partenopei): la prima offerta proposta è stata di 16 milioni di euro più bonus, somma bassa rispetto alle richieste e ai 27 milioni rifiutati dai campani. Cifre che richiamano anche la trattativa con i neroverdi emiliani che hanno fissato l'asticella a 25 milioni quale costo del cartellino che potrebbe essere ammortizzato considerato anche il riscatto di Manuel Locatelli (valutato 12 milioni). C'è ancora un altro profilo segnato sul taccuino: si tratta di Denis Praet, nome indicato dal futuro tecnico che lo ha allenato già alla Samp.

Le altre operazioni di mercato dei rossoneri

Mario Rui è il difensore portoghese che non rientra più nei piani del Napoli. Non c'è ancora una trattativa vera e propria in essere ma l'ex Empoli è pedina gradita anche all'allenatore. Qualcosa si farà anche in attacco dove uno tra Patrick Cutrone e André Silva (di rientro dal prestito al Siviglia) potrebbe essere sacrificato per fare spazio a un altro acquisto. Schick è il nome emerso ma anche in questo caso la situazione è tutta in divenire. Proprio come il Milan.