Dopo aver assistito alla vittoria del suo Milan dalla tribuna dell'Atleti Azzurri d'Italia, Paolo Maldini si è fermato davanti alle telecamere di Dazn per commentare il prezioso successo rossonero. Nel commentare la gara, l'ex capitano ha parlato soprattutto dei due nuovi acquisti arrivati a gennaio: "Piatek ha già fatto vedere cose incredibili ed è completamente concentrato nelle cose che fa – ha spiegato il dirigente milanista – Già nella sua conferenza ha espresso pochi concetti ma chiari, ha tanta fame, voglia di fare gol e attaccare lo spazio. In molti aspetti assomiglia a Shevchenko, ma ha ancora tanta strada da fare".

L'elogio a Paquetà

Tra i migliori della sfida di Bergamo, figura anche Lucas Paquetà. Il brasiliano ex Flamengo, ha ancora una volta dimostrato di avere la personalità giusta per sfondare anche nel calcio italiano: "Con l'acquisto di Paquetà abbiamo cercato di portare qualità e vivacità. Fa tutto questo a centrocampo e sta aiutando moltissimo – ha aggiunto Maldini – E' in crescita e a volte ci dimentichiamo che è arrivato dal Brasile, è subito entrato in campo e non è mai uscito. Spesso per gli stranieri ci vuole tempo, lui con applicazione e con voglia sta sorprendendo".

Le parole del pistolero Piatek

Al termine della partita, ha parlato anche lo stesso Piatek ai microfono di Milan Tv: "Sono molto contento, sono un attaccante e vorrei segnare in ogni partita – ha spiegato l'attaccante polacco – Cinque gol in sei partite sono un grande risultato, ma voglio continuare così e aiutare la squadra che mi ha subito accolto bene e che per me è come una famiglia. Gattuso mi dà fiducia, è un allenatore d’esperienza ed è stato un calciatore con grande esperienza. Lui è una leggenda del Milan".