E' stata e continua ad essere una stagione travagliata quella di Gonzalo Higuain. Dopo l'addio alla Juventus e la prima sfortunata parte di campionato con il Milan, l'attaccante argentino ha trovato casa a Londra dal suo mentore Maurizio Sarri. Nonostante il ritorno dall'allenatore che, parole sue, lo ha sempre fatto rendere al massimo, il Pipita non è ancora riuscito a lasciare il segno allo Stamford Bridge.

Formalmente in prestito fino alla prossima estate, con la possibilità per i Blues di pagare 18 milioni di euro per estendere l'accordo fino a giugno 2020, ed eventualmente riscattarlo in toto successivamente con l'investimento di altri 36 milioni, Gonzalo Higuain rischia però di essere rispedito al mittente al termine di questa Premier League. Una possibilità che l'attaccante non vorrebbe prendere in considerazione.

Le parole del Pipita

"Quando i risultati arrivano tutto è più semplice, vale per tutti i lavori del momento. Non conosco il mio futuro, dipenderà da cosa deciderà il club – ha spiegato Higuain a Sky Sport Uk – Io sono venuto qui con l’idea di restare. Il Chelsea è un grande club, sono in una grande città, si sta bene qui, si vive molto bene. La mia volontà è quella di restare ma dipende dal Chelsea. Voglio chiudere la stagione nel migliore dei modi, entrando in Champions League e poi rimanendo qui al Chelsea anche l’anno prossimo".

A spingere per una sua riconferma anche lo stesso Maurizio Sarri: "Se voglio tenerlo? Certo, ma dipende dal club e dalla Juventus – ha spiegato il manager dei Blues – Non è una situazione chiara al momento. Deve comunque migliorare fisicamente e mentalmente e ci sarà utile nel finale di stagione. Non è facile giocare in Premier nei primi mesi, è stato un problema anche per Luis Suarez nella prima stagione al Liverpool, mentre nella seconda ha fatto 24 gol".