Matthijs de Ligt mette da parte il biancorosso, e inizia a pensare in bianconero. La Juventus ha ufficializzato l'acquisto del forte difensore olandese per 75 milioni di euro (pagabile in 5 esercizi, con 10.5 milioni di euro di oneri accessori). Cosa ha spinto il nazionale oranje a scegliere la Juventus tra i tanti top club a lui interessati, come Psg e Barcellona? De Ligt ha svelato il perché del suo sì alla Juventus nell'ultima intervista rilasciata ad "Ajax Tv" in cui ha salutato anche i Lancieri.

Perché Matthijs de Ligt ha scelto la Juventus

Matthijs de Ligt ha scelto la Juventus. Il forte difensore che il 12 agosto spegnerà 20 candeline era uno dei pezzi pregiati di questa finestra di mercato, con i bianconeri bravi a beffare la concorrenza di Psg e Barcellona anche grazie ad un super contratto da 12 milioni di euro a stagione (bonus compresi) con clausola rescissoria da 130 milioni di euro, esercitabile però solo dal terzo anno. Ai microfoni di Ajax Tv, de Ligt ha spiegato cosa lo ha spinto ad accettare la proposta della Juventus: "È stata una scelta difficile, avevo diverse opzioni, ma bisogna sempre guardare cosa è meglio. Diversi fattori giocano un ruolo. Per me è importante sapere quanto giocherò e quanto il club crede in me. La Juventus ha anche affermato di volermi fortemente. Hanno visto un futuro per me e miglioramenti in determinati aspetti del mio gioco".

de Ligt alla Juve, il difensore in Italia per seguire le orme dei suoi idoli

Matthijs de Ligt è stato sin da subito intrigato dalla prospettiva di giocare in quella Serie A considerata un campionato perfetto per la crescita dei difensori. A tal proposito il giovane neoacquisto della Juventus ha parlato anche dei tanti modelli italiani: "Amo il modo in cui difendono gli italiani e ho fatto la mia scelta basandomi anche su questo. Molti miei modelli del passato sono italiani: Baresi, Maldini, Nesta, Cannavaro, Scirea. E potrei proseguire ancora. Quando parli di difensori, i nomi a cui si arriva sono questi".

De Ligt e la foto da piccolo con la maglia della Juventus

De Ligt dunque non ha nascosto la sua ammirazione per i grandi difensori italiani e per quella Juventus per cui ha fato sempre il tifo. Nelle stories di Instagram del difensore è spuntata anche una foto di un piccolo e biondissimo de Ligt con indosso una maglia bianconera, con tanto di scudetto sul petto. A quanto pare dunque il classe 1999 ha sempre avuto le idee chiare sul suo futuro.

Il saluto di de Ligt all'Ajax

Inevitabile il saluto all'Ajax, una squadra a cui de Ligt deve tutto e che porterà sempre nel cuore:"Ho giocato qui per 10 anni nel settore giovanile e 3 anni in prima squadra. Ma ora devo fare un altro passo. Per me è emozionante lasciare questo club. Qui ho vissuto momenti belli e tristi. Ma nella vita si arriva sempre a un arrivederci. Mi mancheranno tutti qui ad Amsterdam". Il passato però ormai è alle spalle, adesso il nazionale oranje è pronto per una nuova avventura alla Juventus