Nonostante il pareggio di Udine, che certamente va stretto ad Handanovic e compagni per quello che si è visto in campo, per Luciano Spalletti è stato comunque un sabato sera positivo. Non tanto per il risultato, quanto per le dichiarazioni a margine della sfida della Dacia Arena rilasciate da Beppe Marotta. Intervistato da Dazn, l'amministratore delegato nerazzurro ha infatti parlato del futuro della formazione interista, confermando di fatto il tecnico di Certaldo.

"Siamo concentrati sulla gara di oggi e sul finale di stagione che è importante per la società stessa – ha spiegato il dirigente interista poco prima dell'inizio del match – Con Spalletti c'è un ottimo rapporto, senza motivi di attrito. Portiamo in porto l'imbarcazione il prima possibile, poi vedremo di analizzare il programma futuro sicuramente con lui".

Tre finali da vincere per la Champions

Le indiscrezioni legate ad Antonio Conte, circolate nelle scorse ore sono state dunque smentite da Marotta che ha invece posto l'accento sul rush finale di campionato e sull'importanza di qualificarsi per i prossimi gironi di Champions League: "I nostri calciatori sono professionisti e sanno perfettamente che, al di là dell'avversario che si affronta, ogni partita è un esame da superare: le motivazioni sono sempre fondamentali per preparare tutte le gare".

Chievo ed Empoli in casa e Napoli in trasferta, saranno gli ultimi tre impegni di Handanovic e compagni prima del rompete le righe estivo. Un finale di campionato che l'Inter non potrà sbagliare: "Abbiamo lasciato dei punti importanti, ma ci possiamo rifare nella prossima – ha dichiarato Radja Nainggolan a Dazn – Sarà difficile fino alla fine. Dipende da noi, sarà tosta ad ogni partita. Ora abbiamo tre finali perché siamo obbligati a qualificarci in Champions, bisogna lottare ad ogni partita".