Lavorare come escort, fare la prostituta ma di classe perché col ‘potenziale che si ritrova' potrebbe guadagnare molti soldi. La proposta di lavoro, tanto irrispettosa quanto indecente e sessista, è l'oggetto della e-mail ricevuta dall'arbitro Fernanda Colombo. Il direttore di gara brasiliano, conosciuto anche come uno dei fischietti più belli al mondo, si è reso protagonista di un siparietto divenuto virale nei giorni scorsi durante una gara di beneficenza in Ecuador.

Nulla di scandaloso, niente che riguardi il suo aspetto fisico, nessun gesto volgare, null'altro che potesse generare equivoci e prestare il fianco al gossip più licenzioso eppure è bastato all'incauto ‘datore di lavoro' per spedire alla donna la più classica delle ‘proposte indecenti'. Qualcosa del tipo: ho una clientela di persone perbene, se accetti ti faccio diventare ricca.

Tutto nasce da uno scherzo fatto dall'arbitro a un calciatore: Fernanda Colombo gli passa affianco, lo fissa con sguardo deciso e sembra voler estrarre il cartellino per ammonirlo, in realtà prende un fazzoletto e si asciuga il sudore. Sorride e gli fa l'occhiolino, suscitando la reazione ironica del giocatore caduto nel tranello.

Mi sono sentita spazzatura – ha scritto il direttore di gara in un post pubblicato su Instagram -. Fatemi fare ciò che amo, lavorare nel calcio e fare la giornalista. E abbiate rispetto della mia persona.

Cosa c'era scritto nel messaggio di posta elettronica e in cosa consisteva l'offerta d'affari? Detto del ‘lavoro' di escort, Fernanda Colombo ha indicato anche la cifra che le era stata messa sul piatto per convincerla ad accettare.

Mi occupo di fissare incontri che hanno un importo minimo 7 mila real (1620 in euro a prestazione, al netto del cambio con la moneta brasiliana) – è la somma rivelata da Fernanda Colombo -. I miei clienti hanno un'età compresa tra i 30 e i 40 anni e ovviamente sono molto educati, intelligenti e rispettosi.