È stata una trattativa lunga e difficile, ma alla fine Romelu Lukaku è diventato un nuovo giocatore dell'Inter. Il centravanti belga, colpo di calciomercato dei nerazzurri, in un'intervista sul canale Youtube LightHarted ha parlato della sua nuova avventura, spiegando i motivi che lo hanno portato al sì al club milanese. Fondamentale nella scelta di Lukaku, la forte volontà dell'Inter e di Antonio Conte di puntare su di lui come perno del nuovo progetto nerazzurro.

https://twitter.com/Inter
in foto: https://twitter.com/Inter

Perché Lukaku ha scelto l'Inter, il feeling con Antonio Conte

Romelu Lukaku, ha parlato di questa lunga estate di mercato, raccontando di avere ricevuto anche un'altra offerta oltre a quella dell'Inter (la Juventus). Alla fine però l'ex United ha deciso di dire sì ai nerazzurri, ecco il perché: "Conte mi voleva già quando era alla Juve nel 2013, abbiamo un buon rapporto. Mi ha mostrato cosa vuole da me, dove vuole che giochi. Allo United non mi sentivo protetto. In Italia c’erano due squadre che mi volevano. Dovevo prendere una decisione e ho detto quello che dovevo dire. Per me è importante essere dove mi vogliono". Grande stima dunque per il tecnico salentino: "Ha vinto tre campionati in Italia e in uno è rimasto imbattuto. Alla Juve ha vinto lo scudetto con una squadra che era arrivata settima l’anno prima, imbattuto. La Premier è il mio campionato, il numero uno. Ma la Serie A è al secondo posto. Il mio lavoro è fare gol, ma è difficile farlo qui".

I motivi dell'addio di Lukaku al Manchester United

Come mai Lukaku ha deciso di cambiare aria, lasciando lo United? Il belga non ha nascosto i problemi che ha dovuto affrontare all'Old Trafford dove non si è sentito tutelato: "Mi chiedevo se fossi io il problema, andavo col Belgio e facevo gol. Allo United le cose invece non andavano bene. Parlavo con lo staff e chiedevo spiegazioni, ma non mi sentivo protetto. C’erano tante voci. Non zittivano queste voci. Continuavano a dire che il mister non aveva bisogno di me, che mi avrebbero venduto e le voci andavano avanti per settimane e settimane. Io aspettavo che qualcuno uscisse fuori per zittire queste voci, ma non è successo. Avevo bisogno di protezione, ma non è mai accaduto. Non mi hanno protetto,  allora ho detto che volevo andare via. Devi lottare per la tua posizione, ma soprattutto devi andare dove ti vuole la gente".

Le caratteristiche del bomber Lukaku

Cosa dovranno aspettarsi i tifosi dell'Inter da Lukaku? Il belga ha fornito una "scheda" delle sue caratteristiche, tranquillizzando i tifosi dell'Inter sulle sue doti realizzative: "Sono uno che fa gol, sono veloce, potente, posso dribblare. La gente pensa che io sia quello che non sono, il classico centravanti grosso che butta via i difensori che protegge palla, ma io sono un goleador. Nel Belgio sono più pericoloso perché cerco sempre il gol".