Cristiano Ronaldo ha realizzato una fantastica tripletta contro la Spagna, Romelu Lukaku e Harry Kane si sono confermati dei bomber strepitosi, ma finora il miglior giocatore dei Mondiali è stato senza dubbio Luka Modric, uno dei migliori centrocampisti di sempre. Un giocatore completo, un regista che riesce a dettare i tempi e che ha fatto le fortune del Real Madrid, con cui ha vinto quattro Champions League negli ultimi cinque anni. Il croato ha iniziato la sua avventura trasformando un rigore contro la Nigeria, poi ha segnato un gol bellissimo all’Argentina. I gol gli hanno dato ulteriore luce, ma la sua grandezza a Russia 2018 non è figlia solo di due pesanti marcature.

Il difensore del Liverpool Dejan Lovren, compagno di nazionale del trentaduenne nativo di Zara, in conferenza stampa, al fianco del terzo portiere Kalinic, ha detto in modo molto esplicito e molto forte che se Modric fosse stato spagnolo o tedesco avrebbe senz’altro avrebbe già vinto il Pallone d’Oro, che negli ultimi dieci anni si sono spartiti equamente Cristiano Ronaldo e Leo Messi: “Penso che Luka sia uno dei giocatori più forti al mondo, se fosse spagnolo o tedesco sarebbe ogni anno tra i primi tre e avrebbe già vinto il Pallone d'Oro, ma purtroppo la Croazia è un paese troppo piccolo per ricevere attenzioni”.

Lovren, che è uno dei giocatori più esperti, in conferenza stampa ha voluto rassicurare l’Argentina e la Nigeria, che si giocano la qualificazione in una sorta di spareggio ma devono anche guardare al risultato dell’Islanda: “Non faremo alcun calcolo, vogliamo vincere anche contro l’Islanda”, e ha parlato anche dell’ex compagno del Liverpool Coutinho: “Ho visto il Brasile, hanno un grande giocatore Philippe Coutinho, sta facendo bene, ma non ha ancora raggiunto il massimo del suo potenziale: spero non ci riesca in questo Mondiale”.