La Serie A fa un passo indietro. Nella prossima edizione del massimo campionato calcistico italiano, quella 2019/2020, sarà abolito il Boxing Day, e dunque non ci saranno partite il 26 dicembre, giorno di Santo Stefano. Nella stagione in corso, per la prima volta si è deciso di emulare la Premier League scendendo in campo subito dopo Natale, con la pausa invernale durata fino al 19 gennaio. Una scelta che però non ha soddisfatto le tv che hanno trovato difficoltà a vendere il prodotto con 20 giorni senza calcio a gennaio. Ecco spiegato il motivo del ritorno alla tradizione.

Inter–Napoli, disputata il 26 dicembre scorso
in foto: Inter–Napoli, disputata il 26 dicembre scorso

Serie A 2018/2019, abolito il Boxing day

Nel campionato in corso la Serie A è scesa in campo per la prima volta anche durante le feste natalizie, il 26 gennaio. Una situazione che ha permesso al calcio di casa nostra di emulare la Premier, con un abbuffata di partite che si è conclusa poi a fine anno, prima della sosta fino al 20 gennaio. La Lega Calcio Serie A ha deciso di abolire il cosiddetto Boxing Day in vista del prossimo torneo: nella Serie A 2019/2020 dunque l'ultima giornata prima della pausa è fissata al 22 dicembre, con le squadre che poi potranno godersi le festività tornando in campo, secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, con una sosta fino al 4 gennaio

Perché la Serie A ha deciso di eliminare il Boxing Day

Ma perché il Consiglio di Lega ha deciso di eliminare il Boxing Day? Sulla scelta avrebbero influito le "pressioni" delle televisioni che hanno spinto per un ritorno all'antico senza partite tra Natale e Capodanno. Le pay-tv infatti hanno trovato difficoltà a vendere il prodotto con 20 giorni di pausa nel mese di gennaio, preferendo così di "anticipare" la sosta invernale per un ritorno in campo nei primi giorni del 2020. Il tutto nonostante i buoni numeri registrati in termini di presenze negli stadi nei match dello scorso 26 dicembre

Le date della Serie A 2019/2020, inizio, soste e fine del campionato

Sono state dunque anticipate le date più significative della Serie A 2019/2020. Il prossimo campionato prenderà il via nel week-end del 24 e 25 agosto, e si concluderà il 24 maggio. Come anticipato non ci sarà alcun turno tra le festività natalizie, con pausa invernale dal 23 dicembre al 4 gennaio. Saranno tre invece i turni infrasettimanali, il 25 settembre, il 30 ottobre e il 22 aprile 2020. 4 le soste per gli impegni delle rappresentative nazionali: 8 settembre, 13 ottobre, 17 novembre e 29 marzo