Il Boxing Day della Serie A è piaciuto ai tifosi italiani. Un esperimento riuscito, in cui il calcio ha dimostrato che anche durante le festività può dire la propria. La partite del 18° turno hanno riempito gli stadi spesso oltre la media stagionale e sono state viste dal vivo complessivamente da 250.202 paganti o abbonati con una media di 25.020.

Una diciottesima in crescendo, con il colpo migliore che è arrivato in serata per il posticipo Inter-Napoli, che ha visto trionfare i nerazzurri nel recupero e che ha entusiasmato i paganti del Meazza accorsi ancora una volta in massa confermandosi il pubblico più presente all'interno del panorama della attuale Serie A.

Il ‘botto' a San Siro per Inter-Napoli

La gara che ha attirato il pubblico maggiore è stata dunque la sfida di San Siro Inter-Napoli che ha registrato 63.946 paganti. Un dato che consente ai nerazzurri di chiudere il girone d'andata con la media di 62.281 presenze per partita casalinga, il top in Italia. Non solo, perché questi sono anche numeri da grande europea, confermati dagli incassi ottenuti nei turni interni in Champions League nella fase a gironi.

Da Bergamo a Roma, tutti i numeri del Boxing Day

Dietro a Inter-Napoli ecco l'altro match che vedeva una big giocare in casa: Roma-Sassuolo con 35.093 paganti, dato non eccezionale per lo stadio Olimpico che comunque ha visto i giallorossi ritornare al successo a suon di gol. Sopra la soglia dei 30mila anche il Franchi per Fiorentina-Parma con 31.767 tifosi presenti allo stadio. A San Siro, Firenze e in altri tre stadi si è andati sopra la media stagionale come in occasione di Frosinone-Milan con 15.217 paganti, poi in Sardegna per  Cagliari-Genoa (15.777 tifosi) e a Bergamo per il pareggio tra  Atalanta e Juventus che ha portato all'Atleti Azzurri d'Italia ben 19.787 persone.