Dopo la sconfitta nel match d'andata di Europa League, e il passo falso in campionato con il Genoa, per la Lazio è arrivato il momento di affrontare il primo snodo cruciale della stagione. La gara di ritorno con il Siviglia al Sánchez-Pizjuán sarà in pratica una finale per Simone Inzaghi, che per l'occasione avrà a disposizione Sergej Milinkovic-Savic: assente sia con gli spagnoli che nella sfida del Ferraris a causa di una lesione di primo grado all’adduttore della coscia sinistra.

Nelle ultime ore, il serbo ha però ha svolto l'intera seduta di allenamento assieme ai compagni dimostrando di aver recuperato completamente. Per la trasferta a Siviglia sarà dunque convocato, anche se sarà difficile vederlo in campo dal primo minuto al Sanchez Pizjuan. Più probabile un suo inserimento a gara in corso, qualora la Lazio avesse bisogno delle sue qualità per cercare di conquistare la qualificazione.

Inzaghi conta gli infortunati

Il recupero di Milinkovic-Savic è certamente una buona notizia per Inzaghi, che dovrà comunque affrontare il match decisivo di Europa League senza cinque titolari. Sull'aereo che porterà la Lazio a Siviglia, non ci saranno infatti Luis Alberto (anche lui fermo per un problema all'adduttore), Parolo (in infermeria per una distorsione alla caviglia destra) e i tre difensori Bastos, Wallace e Luiz Felipe. Oltre a loro, lo staff medico dovrà anche valutare le condizioni di Berisha e Durmisi.

Un numero elevato di infortunati, che la Lazio deve cercare di gestire nel migliore dei modi nel suo momento cruciale della stagione. Dopo l'Europa League, i romani salteranno l'incontro con l'Udinese ma dovranno infatti vedersela con il Milan per l'andata della semifinale di Coppa Italia. Una sfida che arriverà a pochi giorni dal derby e dalla trasferta di Firenze: due partite che potrebbe avere un peso specifico per la corsa al quarto posto in campionato.