"We believe", "noi ci crediamo" scrive l'Ajax sul proprio profilo Instagram che esorcizza l'immediata vigilia della gara contro la Juventus con coraggio e ironia. Loro, i ‘lancieri', si definiscono il futuro che preme alle porte dell'Europa del calcio a dispetto della ‘vecchia signora' che questa sera faranno ballare… con tanto di foto di David Neres. Perché proprio lui? All'andata fu sua la rete siglò il pareggio nella ripresa dopo il gol del vantaggio di Cristiano Ronaldo. Novanta minuti (e forse anche di più) sono un salvagente per gli olandesi sfavoriti dal risultati dell'Amsterdam Arena (1-1) ma per nulla intimoriti dalla location (l'Allianz Arena che è un fortino) e dall'avversario. Non ne ebbero al Bernabeu, dove travolsero ed eliminarono il Real vincendo per 4-1, perché dovrebbero lasciarsi sopraffare proprio oggi? A rispondere, come sempre, sarà il campo.

La carta Dybala, in Champions ha segnato come CR7

Otto partite, 5 gol segnati (uno, pesantissimo, a Old Trafford contro il Manchester United). In Champions League meglio che in campionato: Paulo Dybala ha realizzato lo stesso numero di reti di CR7 e questa sera contro l'Ajax lo affiancherà nell'attacco che Allegri ha disegnato. Mario Mandzukic non c'è, il croato è stato costretto ad alzare bandiera bianca per infortunio (infiammazione al tendine rotuleo). Per la Joya, che negli ultimi tempi era finito in secondo piano anche per l'esplosione di Kean, il ritorno dei quarti contro l'Ajax è un'occasione da non lasciarsi sfuggire sia per l'importanza della posta in palio (la qualificazione alla semifinale) sia per orgoglio personale. E' il suo momento, può essere la sua notte e non solo quella di Cristiano Ronaldo. Fu il portoghese a schiantare l'Atletico Madrid, oggi contro gli olandesi – che in trasferta hanno fatto male anche al Real Madrid – serviranno i colpi e i numeri dell'argentino.

Come giocherà la Juventus contro l'Ajax

Detto di Manduzkic e Chiellini (entrambi nemmeno convocati), la Juventus avrà a disposizione Emre Can, Rugani e Matuidi. Douglas Costa c'è ma il risentimento al polpaccio ne mette in dubbio la partecipazione al match. Quanto alla formazione, il modulo previsto è il 4-3-3: Szczesny tra i pali, la difesa sarà la stessa vista all'opera in Olanda (Cancelo, Bonucci, Rugani, Alex Sandro) mentre a linea a 3 di centrocampo sarà composta da Emre Can, Pjanic, Matuidi. Attacco con Ronaldo, Bernardeschi e Dybala (in vantaggio su Kean e schierato nelle vesti di falso nove). Qualora Allegri dovesse propendere per l'impiego di Moise allora varierà anche lo schieramento: difesa a 3 con l'inserimento di De Sciglio, centrocampo a 5 con Cancelo e Alex Sandro spostati più avanti.

  • Juventus (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Rugani, Alex Sandro; Emre Can, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi, Dybala, Ronaldo. All.: Allegri
    Ajax (4-3-3): Onana; Veltman, De Ligt, Blind, Mazraoui; Schöne, De Jong, Van De Beek; Ziyech, Tadic, Neres. All.: ten Hag