L'eco dell'impresa di Moise Kean, capace di sorprendere tutti in occasione della partita tra l'Italia e la Finlandia, non si è ancora spento. Il giovane attaccante della Juventus, che il commissario tecnico Roberto Mancini ha voluto schierare dall'inizio, è infatti riuscito a dare il suo grande contributo e a firmare la rete del 2-0 finale. Una serata che è stata celebrata anche dallo stesso club bianconero, con un messaggio pubblicato sui canali social.

"Esordire con gli azzurri e segnare? Fatto. Semplicemente orgogliosi di te", ha twittato la Juventus nelle ore successive alla vittoria della nostra Nazionale a Udine. Una serata indimenticabile per il diciannovenne nato in Italia da genitori ivoriani, entrato nella scuola calcio della Juventus a 10 anni dopo una precedente esperienza anche in quella del Torino.

Le parole di Mancini e Bonucci

Oltre a fare i complimenti a tutti i giocatori impegnati con le varie nazionali, la società campione d'Italia ha così voluto fare un applauso speciale al suo attaccante: diventato, oggi più che mai, una valida alternativa non solo per Allegri ma anche per lo stesso Mancini. "Mi alleno con continuità e cerco di farmi trovare pronto – ha spiegato Kean, dopo la vittoria con la Finlandia, ai microfoni di Raisport – La rete è stata una grandissima emozione. Imparo da Cristiano Ronaldo, in allenamento gli rubo i segreti: questa è una serata bellissima, ma so che ho ancora tanti record da battere e sono pronto a farlo".

"Ha qualità e grandi margini di miglioramento ma è giovane e deve lavorare tanto, dipende tutto da lui – ha fatto sapere Mancini – Come Balotelli? Potrebbero giocare insieme, perchè Kean può giocare da esterno di destra o di sinistra". Parole condivise anche da Leonardo Bonucci: "Moise è sicuramente un predestinato – ha aggiunto il difensore – anche perché i gol agli esordi non arrivano certo per caso. Ha una base importante sul quale lavorare, adesso deve mantenere l’umiltà".