Finisce a reti inviolate al san paolo con il Napoli costretto al primo pareggio in campionato e che rallenta la propria marcia pur restando in vetta alla classifica. Merito di uno strepitoso Handanovic, decisivo in almeno quattro occasioni e di una squadra attenta  e ordinata in grado di lasciare l'iniziativa ai partenopei, ripartendo appena possibile. Skriniar perfetto, insieme ad una mediana capace di contrastare i possessori di palla azzurri hanno permesso a Spalletti di evitare brutte sorprese. Nel Napoli è funzionato tutto come sempre ma la densità sulla trequarti ha ingolfato sempre il passaggio finale per arrivare in porta.

Primo tempo: Handanovic salva il risultato.

Il Napoli gioca, l'Inter aspetta.

Parte meglio il Napoli che si propone con tutti i suoi migliori effettivi per provare la mini fuga stagionale sull'Inter. I padroni di casa entrano subito in partita macinando palloni, passaggi e gioco. Davanti ad un'Inter ordinata ma più timorosa con la palla tra i piedi. Per Spalletti, la difesa scelta è a 3 con un Nagatomo a sinistra molto alto ad aiutare Perisic in fascia. Ma a tremare per prima è la porta di Handanovic.

Handanovic due volte decisivo.

Il portiere nerazzurro è stato in due occasioni decisivo, salvando il risultato con interventi perfetti, come al 20′ quando si immola prima sul tiro di Mertens e poi replica da terra su un colpo sotto misura di Callejon. Un uno-due che sveglia il Napoli che insiste e alza il baricentro chiudendo l'Inter nella propria metà campo. E al 35′ ci riprova questa volta con Insigne che taglia in area e di testa prova la conclusione ben parata dal numero 1 interista.

Borja nel finale.

Nel mezzo una buona Inter, incapace di alzare i ritmi ma brava nel rubare il tempo in mediana e a provare a costruire le azioni dalla propria area senza sprecare palloni. Al 40′ c'è anche Reina pronto a sporcarsi i guanti per due volte. La prima occasione su Icardi al 42′ con tiro sul primo palo e qualche istante dopo replicando su Borja Valero che chiude sotto la traversa con il portiere spagnolo che devìa in angolo.

Secondo tempo: Handanovic insuperabile.

Vecino show.

Parte meglio l'Inter che dopo un paio di minuti impegna il Napoli: Vecino fa in coast to coast con palla al piede e al limite trova Icardi che si libera e impegna Reina che rinvia corto, poi ancora l'ex Viola ritrova il pallone e crossa in porta obbligando Albiol all'intervento sulla linea, di testa per salvare la propria porta.

Inter in copertura.

L'Inter abbassa il ritmo e il Napoli mantiene possesso di palla ma la manovra partenopea si ingolfa proprio sulla trequarti quando i nerazzurri ripiegano con dieci undicesimi davanti alla propria area di rigore. Per poi provare le ripartenze in contropiede che impegnano gli azzurri a ripiegare su Reina.

Ancora Handanovic salva tutto.

Sarri e Spalletti cambiano i giocatori in campo ma il risultato non accenna a mutare dallo 0-0. L'Inter prova sempre le ripartenze ma anche nel finale è ancora il Napoli a essere più pericoloso dei nerazzurri con Dries Mertens che in area di rigore, contrastato da Miranda impegna ancora Handanovic che si era già superato qualche minuto prima su girata dello stesso belga in area di rigore.