Con l'arrivo in panchina di Maurizio Sarri, alla Continassa è ovviamente cambiato anche tutto lo staff che lavora per e con l'allenatore di Figlino Valdarno. Se con Massimiliano Allegri c'era come sempre il suo fedele vice Marco Landucci, con l'ex mister del Napoli è invece arrivato alla Juventus Giovanni Martusciello: fino a qualche mese fa a libro paga dell'Inter, come secondo di Luciano Spalletti. L'incontro con l'attuale esiste bianconero risale invece al periodo più fortunato dell'ex centrocampista di Ischia: quello di Empoli.

Dopo essere entrato nel 2006 come allenatore delle giovanili del club toscano, Martusciello ha infatti lavorato dal 2009 anche con la prima squadra venendo a contatto con tutti i tecnici che si sono succeduti nel corso degli anni: tra questi anche Maurizio Sarri, compagno di viaggio che il 48enne vice campano non ha però seguito nelle esperienze a Napoli e Londra.

Sarri e Martusciello prima di un Napoli–Empoli
in foto: Sarri e Martusciello prima di un Napoli–Empoli

Gli auguri di Fabrizio Corsi

Sarà dunque Martusciello ad entrare sul terreno di gioco del "Tardini", ad indossare la tuta d'ordinanza juventina e prendere il posto del suo "capo": messo ko nei giorni scorsi da una brutta polmonite. Durante le partite con Parma e Napoli, il vice di Sarri potrà dunque osservare da posizione privilegiata i risultati del suo lavoro: nello specifico quello dedicato alla fase difensiva.

Per la Juventus, che comincia la stagione per la terza volta nella sua storia senza il suo allenatore in panchina (accadde l'ultima volta nel 2012/13 con Carrera che sostituì sia Conte che Alessio, entrambi squalificati), si tratta dunque di un avvio suggestivo: un debutto con un napoletano ed ex interista in panchina. "Sono molto contento e ho grande stima di Giovanni", ha fatto sapere alla ‘Gazzetta dello Sport' il presidente dell'Empoli Fabrizio Corsi. In fondo è anche merito suo se Martusciello è diventato allenatore ed è riuscito ad arrivare sulla panchina dei campioni d'Italia.