Tre gol da 16 milioni di euro. Tanto valgono le reti siglate da Cristiano Ronaldo all'Atletico Madrid che hanno permesso alla Juventus di approdare ai quarti di finale di Champions League. Un obiettivo minimo raggiunto ma che diventa il nuovo punto di partenza su cui costruire il successo sportivo e quello economico.

Quanto vale la qualificazione ai quarti

L’accesso ai quarti di Champions League ha portato alla Juve 10,5 milioni come bonus qualificazione, oltre a un milione della quota del market pool dipendente dal numero di partite giocate in Champions e a un altro incasso certo al botteghino. Senza dimenticare il record di 4,9 milioni di ieri che arrivano a 5,5 milioni includendo i servizi di hospitality. In in tutto circa 16 milioni da aggiungersi agli 86 già intascati per un totale di 94 milioni.

Titolo chiuso per eccesso di rialzo

E' il riverbero economico della tripletta di Cr7 che ha rilanciato la Juventus tra le magnifiche 8 d'Europa e che ha avuto effetti sorprendenti anche per il titolo del club in Borsa, sospeso per eccesso di rialzo, con un +23% in apertura. Ma si è solamente all'inizio dell'ennesima scalata economica bianconera con introiti pronti a essere subito riversati nel prossimo mercato.

Una Champions che vale 130 milioni

Proseguire in Champions League fino a Madrid significherebbe aggiungere altri 40 milioni circa per una cifra finale attorno ai 130 milioni in caso di vittoria. Il tutto senza contare gli incassi allo JStadium (e la percentuale per la finale) che andrebbero a ritoccare al rialzo il tutto. Per il bene delle casse societarie, dell'esposizione di un brand che oggi più che mai si identifica in quello vincente di Cristiano Ronaldo.

Il rilancio del marchio a livello internazionale

Il successo contro l'Atletico permetterà alla Juventus di ripresentarsi alla prossima campagna acquisti con una forza economica e un fatturato che la porranno tra i club più attivi in fase di mercato e che, in caso di successo finale, avrebbe un rilancio sul marchio della società riportandola definitivamente nella ristretta Mecca delle grandi internazionali.