Sfumata la possibilità di vincere matematicamente lo scudetto a Ferrara, la Juventus si consola con l'ennesima prova con gol di Moise Kean. L'attaccante classe 2000, schierato al centro dell'attacco dal primo minuto in una formazione piena di riserve, ha infatti segnato il suo quarto gol consecutivo: un traguardo che, all'età di 19 anni, gli permette di festeggiare il record di giocatore più giovane a realizzare quattro reti di fila in Serie A.

A completare l'exploit dell'attaccante di Massimiliano Allegri, c'è inoltre un altro dato suggestivo. Con la deviazione fortunata che ha spiazzato il portiere della Spal, Moise Kean è anche diventato il terzo giocatore più giovane nella storia a segnare più di sei gol nel massimo campionato con la maglia della Juventus, dopo Felice Borel (goleador bianconero negli anni 30/40) e Bruno Nicolè: autore di 47 reti con la vecchia signora a cavallo tra gli anni 50 e 60.

Meglio anche di Alex Del Piero

Oltre ad aver affiancato due vecchi protagonisti della storia juventina, il nuovo bomber della Nazionale di Roberto Mancini si è inoltre tolto la soddisfazione di far meglio di un vecchio idolo del popolo dello Stadium. Grazie ai suoi 6 gol (5 in campionato e 1 in Coppa Italia), realizzati in dieci presenze stagionali, il diciannovenne nato a Vercelli ha infatti superato anche Alex Del Piero.

L'ex capitano, nella sua prima vera stagione alla Juventus, mise a segno 5 reti in 11 presenze. Un bottino che poi "Pinturicchio" riuscì a rendere più ricco negli anni successivi arrivando a toccare quasi trecento marcature in tutte le competizioni solo con la maglia della Juventus. Un traguardo forse irraggiungibile per Kean, che ha comunque cominciato la sua carriera a Torino nel migliore dei modi.