La Juventus ha mancato il primo matchpoint scudetto. Ce ne sono un'infinità e i giochi possono chiudersi facilmente lo stesso. Allegri, però, ci è rimasto male, non sposta nulla il ko, ma la seconda sconfitta stagionale non la voleva incassare. Oltre al gol di Kean, le note liete sono arrivate dai rientranti Barzagli e Cuadrado:

Ci tenevo perché i ragazzi hanno fatto una bella prestazione, abbiamo subito due gol, il secondo figlio dell'inesperienza. Dopo il 2-1 abbiamo avuto anche una buona reazione, ma non è bastato. Oggi c'era bisogno di gente che aveva motivazione e dovevamo vedere anche come stava chi non giocava da un po' come Barzagli e Cuadrado. Mi spiace aver perso, perché il pari era più giusto, ma l'esperienza è fondamentale.

Oggi sono scesi in campo quattro baby con la Juventus. Gozzi è stato schierato al fianco di Barzagli e ha convinto, bene anche Kastanos, Mavdidi e Nicolussi, questi ultimi subentrati nella ripresa. Allegri ha avuto parole d'elogio anche per Dybala, relegato al ruolo di riserva di lusso (nei big match):

Bene i giovani, hanno fatto una buona partita tutti. Gozzi è stato molto bravo, bene anche Kastanos, anche se non ha il passo della mezz'ala. Mi sono piaciuti anche Mavdidi e Nicolussi quando sono entrati. Ottimo il rientro di Cuadrado, mi è piaciuto anche Dybala.

Emre Can e Matuidi contro l'Ajax ci saranno, Allegri nell'intervista rilasciata a Sky Sport ha lasciato intendere questo. Il tedesco ha smaltito il problema alla caviglia, mentre il francese è disponibile. Dubbi invece su Douglas Costa, mentre pare complicato vedere in campo dal primo minuto Chiellini:

Matuidi sta bene, ha avuto solo un crampo con l'Ajax. Emre Can va molto meglio, Douglas Costa va valutato, Chiellini vediamo domattina. Giorgio deve iniziare a correre, perché è un po' che sta fermo. Speriamo di recuperarlo al meglio.

Il tecnico livornese si è soffermato sugli attaccanti che oggi hanno avuto la maglia da titolare. Kean, a segno ancora una volta, è uscito perché stanco. Dybala non ha brillato, ma la sua prestazione ha soddisfatto Allegri che ha visto segnali positivi dalla prova dell'argentino:

Per Dybala non è facile, si è dato da fare, si è divertito, non sta attraversando un bel momento, sta giocando poco, oggi mi ha dato una bella risposta. Sono contento di quello che ha fatto perché è un buon segnale anche in vista dell'Ajax. Kean l'ho tolto perché aveva un indurimento muscolare, è giovane, era un po' stanco. Quando inizia a sfilarsi da una parte del campo significa che non ne ha più.

Perdendo in casa della Spal la Juventus ha perso l'opportunità di superare quota 102 punti. Ciò significa che la squadra bianconera 2018-2019 al massimo potrà conquistare lo stesso numero di punti dell'ultima di Conte, che ha ottenuto il record cinque anni fa:

I record non importano, ciò che conta è vincere. Fare più di 102 punti non era semplice, per raggiungerli c'è bisogno di un grande dispendio di energie e non è facile. Oggi potevamo venire qui con la formazione migliore, ma martedì c'è la Champions.