Sacrificare Paulo Dybala e prendere Joao Felix dal Benfica sotto la sapiente regia di Jorge Mendes. E' assieme al potente (e ricco) agente di mercato – lo stesso che ha tessuto la trama per l'arrivo di Cristiano Ronaldo – che la Juventus ha posto le basi per piazzare l'ennesimo colpo di mercato nella prossima sessione estiva delle trattative. Diciannove anni (e 152 giorni), seconda punta di ruolo (ma può essere impiegato anche da trequartista o da ala destra), ha attirato su di sé i riflettori grazie alla tripletta realizzata nell'andata dei quarti di Europa League contro l'Eintract Francoforte.

  • Tre reti che lo hanno consacrato come uno dei più giovani ad aver realizzato un hat-trick nella storia del club portoghese (meglio anche della leggenda di Eusebio) nel trofeo continentale. Tre reti che si aggiungono alle 10 perle concesse in campionato e all'altra in coppa nazionale: totale, 14 marcature, 4 assist, una media di tiri per gara che oscilla tra 2.3 e 2.4, una volta ‘man of the match' in Coppa (proprio contro i tedeschi giovedì scorso) e una percentuale di passaggi riusciti che tocca il 75%. Il rating? Abbastanza alto, come indicato da whoscored è di 7.25. Questi i numeri che lo hanno portato alla ribalta, accostandolo a calciatori del calibro di Rui Costa e Bernardo Silva.

Quanto costa? Tanto. Un occhio della testa. Il ‘ragazzo' è vincolato al Benfica fino al 2023 e ha un valore di mercato che secondo Transfermarkt è di 35 milioni di euro. Un'inezia rispetto all'ammontare della clausola rescissoria di 120 milioni. Morale della favola: chiunque voglia trattare con il club lusitano deve presentarsi al tavolo con una valigetta di almeno 100 milioni altrimenti nemmeno è possibile accomodarsi per un caffè… Secondo quanto rivelato da Tuttosport la Juventus sarebbe un passo avanti rispetto alla concorrenza grazie ai buoni uffici di Jorge Mendes: ci sarebbe già addirittura un pre-accordo tra Paratici e il presidente del Benfica, Luis Felipe Vieira. Insomma, il canale è aperto ma servirà ragionare coi conti alla mano perché l'affare si formalizzi.

Qual è la volontà del calciatore e il ruolo di CR7. C'è un'altra carta che la Juventus può giocare, ovvero la presenza di Cristiano Ronaldo a Torino. "Certo che mi piacerebbe giocare con lui, è il migliore al mondo", ha ammesso Joao Felix nell'intervista a ‘Marca'. E questo chiarisce come lo stuzzichi l'opportunità di andare in un club che lo sappia valorizzare e soprattutto divedere il campo con un (cinque volte) Pallone d'Oro. Se son rose fioriranno… ma un'operazione del genere potrebbe comportare anche un sacrificio illustre: se la Joya in estate dovesse lasciare Torino (Bayern Monaco e Psg sono sulle sue tracce), il ricavato verrebbe investito per fare all-in sulla ‘stellina' del Benfica.

La scheda di Joao Felix (fonte whoscored.com)
in foto: La scheda di Joao Felix (fonte whoscored.com)