Un contrattempo che non ci voleva nel centrocampo bianconero perché Max Allegri lo sta utilizzando con continuità. Ma Matuidi da Amsterdam è uscito malconcio ed è in dubbio per le prossime partite della Juventus. Allegri lo aveva già visto affaticato e aveva provato a gestirne le presenze per averlo a disposizione in Champions, con ragion di causa: il francese è stato perfetto in mediana ma sul finale ha ceduto. Nulla di preoccupante però per il mediano che ha regolarmente svolto il lavoro di scarico.

Al 72′ di Ajax-Juve Blaise Matuidi ha accusato un problema muscolare al polpaccio ed è stato costretto ad uscire, con Allegri che ha dovuto inserire al suo posto Paulo Dybala. Il francese sembra destinato a saltare la partita di campionato di sabato contro la Spal che potrebbe essere decisiva per l'ottavo scudetto consecutivo. La speranza principale è che il francese possa essere arruolabile martedì nel match di ritorno contro i Lancieri allo JStadium. Al riguado non ci sono indicazioni differenti o negative.

Cosa si è fatto Matuidi, cosa dicono gli esami

Per Matuidi la prima diagnosi è stata già effettuata nell'immediato dopo partita: si tratta di un problema muscolare al polpaccio destro, che sarà da valutare in vista della gara di ritorno con gli olandesi. C'è velato ottimismo in casa Juventus, anche perché lo stesso francese ha provato a tranquillizzare tutti a fine partita: "Tutto bene, state tranquilli", ha dichiarato davanti ai giornalisti, ma la decisione finale sul tipo di infortunio e sui tempi di recupero verrà deciso in questi giorni dagli specialisti dello JMedical.

I problemi a centrocampo, la situazione di Chiellini e Can

L'assenza di Matuidi non è un fattore di secondaria importanza perché in mediana la Juventus è sempre con la coperta corta. Le assenze a centrocampo di Emre Can e, adesso, di Matuidi costringeranno Allegri a impiegare gli stessi uomini in campo obbligandoli agli straordinari. Si tratta di Pjanic e Bentancur che ad Amsterdam hanno giocato l'intera partita e potrebbero rifarlo con la Spal in campionato e martedì di nuovo in Champions League. Ci sarà da valutare il rientro di Khedira, subentrato a Bernardeschi al 90′ in Olanda e che potrebbe diventare a questo punto una alternativa obbligata e essenziale.

Situazione diversa, invece, per quanto riguarda Chiellini ed Emre Can, entrambi continuano a svolgere lavoro personalizzato per tentare di recuperare in vista del ritorno in programma martedì 16 aprile.