Le condizioni fisiche di Maurizio Sarri continuano a preoccupare la dirigenza della Juventus e i suoi tifosi. Dopo il malore che ha colto il tecnico sul pullman a Villar Perosa, dovuto alla febbre che lo aveva debilitato nei giorni precedenti, l'ex allenatore del Napoli si è fatto visitare in maniera più approfondita nelle ultime ore. Il responso dei medici è arrivato poco fa, ed è stato reso noto da un comunicato ufficiale del club campione d'Italia.

"Maurizio Sarri, dopo il riposo osservato nel fine settimana, è venuto al JTC dove ha coordinato il lavoro del suo staff – si legge nella nota diramata dal club piemontese – Purtroppo non ha potuto dirigere sul campo l’allenamento a causa del persistere della sindrome influenzale, che lo ha colpito durante la scorsa settimana. Nel tardo pomeriggio è stato sottoposto ad ulteriori accertamenti che hanno confermato una polmonite per la quale è stata prescritta terapia specifica. L’allenatore ha autorizzato il club a comunicare il proprio stato di salute".

Maurizio Sarri a rischio per la trasferta di Parma

La sindrome influenzale che ha messo ko Maurizio Sarri la scorsa settimana, è dunque ancora un serio problema per il tecnico e per il suo staff. Un'inconveniente inatteso che rischia di fargli saltare la prima partita di campionato: in programma al "Tardini" di Parma, sabato 24 agosto alle ore 18.00. Dopo la sua presenza a Villar Perosa (Sarri era comunque andato in panchina nonostante il malore accusato pochi minuti prima) e la sua assenza in occasione dell'amichevole giocata e vinta a Trieste, dove era stato sostituito dal suo vice Giovanni Martusciello, il mister di Figline Valdarno potrebbe a questo punto marcare visita per la sfida contro i gialloblu di Roberto D'Aversa.