Ce la farà Giorgio Chiellini a essere in campo ad Amsterdam? Ce la farà a essere al centro della difesa assieme a Bonucci nell'andata dei quarti di finale di Champions? E, soprattutto, cosa lo frena? Tutte domande scoppiate in queste ultime ore assieme alle notizie che arrivano dal quartier generale dei bianconeri: al termine della seduta di allenamento effettuata nella giornata di lunedì, il capitano ha lamentato un problema al polpaccio, noie muscolari che altre volte in passato lo hanno costretto a fermarsi tanto a scopo precauzionale quanto per i tempi di recupero.

La risposta è no, Chiellini non ce la fa e salta il primo round in Olanda. La certezza al riguardo è arrivata questa mattina dopo la rifinitura che si è svolta prima della partenza per l'Olanda. E' stato allora che sono emersi ulteriori dettagli e si è capito che non può essere tra i convocati. Forfait forzato: il fatto che non avesse partecipato alla seduta di allenamento non era un segnale positivo. Un incidente di percorso, l'ennesimo dopo l'infortunio alla caviglia (distorsione) capitato a Emre Can nella sfida di sabato scorso contro il Milan. Una botta presa al piede lo ha messo ko, rendendo impossibile il suo utilizzo per la trasferta di Coppa. Un bel guaio per Allegri, considerata la duttilità tattica del tedesco (che in carriera – oltre al ruolo di mediano basso – ha ricoperto anche quello di centrale difensivo) e le assenze di Caceres e Barzagli.

Quanto a Cristiano Ronaldo, tutto lascia presagire che il portoghese sarà a disposizione per il primo round all'Amsterdam Arena. Fosse stato per lui, avrebbe giocato anche contro il Milan ma il club gli ha detto di no. Allegri lo rischierà? Anche questo rebus verrà risolto nelle prossime ore, compresa la tentazione da parte del tecnico di lanciare nella mischia Moise Kean. Il giovane attaccante è in un momento di forma e fiducia straordinari scandito anche dalle reti realizzate tanto in Nazionale quanto in bianconero.

  • La formazione. Allegri dovrebbe schierare la Juventus con il modulo 4-3-3: Cancelo e Alex Sandro (oppure Spinazzola) sulle corsie laterali, Rugani e Bonucci centrali; Pjanic nel cuore della mediana con Matuidi e Khedira ai fianchi; attacco con Ronaldo, Bernardeschi (favorito su Dybala) e Mandzukic.