Le feroci contestazioni che ha ricevuto quando ha deciso di tornare alla Juventus, si sono trasformate in lacrime di commozione. Tra i giocatori più felici di questo ottavo scudetto consecutivo, c'è anche Leonardo Bonucci che ha festeggiato in mezzo al campo insieme ai compagni e a quegli stessi tifosi che lo avevano contestato nella scorsa estate.

"Avevamo tanta voglia di chiudere il discorso – ha spiegato il difensore bianconero – Questo scudetto ci ripaga dei sacrifici fatti in stagione, anche se abbiamo avuto una grande delusione in Champions League. E' stato un evento negativo, volevano arrivare fino in fondo ma non ci siamo riusciti. Oggi abbiamo messo in campo la rabbia che avevamo dentro e l'abbiamo trasformata in energia per correre e portare a termine la stagione".

Le lacrime di Bonucci

Reduce dalla solita partita tutta cuore e grinta, il centrale di Massimiliano Allegri ha dunque coronato il suo ritorno a Torino con l'ennesimo tricolore da appuntare sul petto. Ai microfoni di Dazn, il difensore della Juventus ha voluto mandare un messaggio affettuoso a tutti: "Devo ringraziare tutti. Un grazie ai tifosi, alla squadra, al mister e alla società. Questo ottavo scudetto consecutivo è una cosa unica. Sono commosso, è stato un anno duro".

"Affanno o commozione? No, è commozione – ha concluso Leonardo Bonucci – Non è stata una stagione facile, però sappiamo che dobbiamo anche crescere. Quello che dobbiamo fare adesso è goderci la vittoria, e capire che dentro di noi dobbiamo crescere e gestire meglio le partite e le situazioni. Sono sicuro che cresceremo , perché alle nostra spalle c'è una grande società e grande gruppo. Ora non ci resta che migliorare".