La sconfitta di Ferrara ha costretto i tifosi della Juventus a lasciare lo champagne al fresco. Per festeggiare l'ottavo scudetto consecutivo, ci sarà dunque tempo nel prossimo weekend quando i bianconeri riceveranno in casa la Fiorentina. Subito dopo la partita del "Paolo Mazza", oltre a parlare del match ball sprecato, Massimiliano Allegri ha anche rispedito al mittente le accuse di aver falsato la corsa salvezza con la scelta di schierare in campo una Juventus piena di riserve.

"La Juventus non ha falsato proprio nulla: finora aveva giocato 31 partite vincendone 27, con una sola sconfitta prima di questa – ha spiegato l'allenatore bianconero in conferenza stampa – Quando si perde scoccia sempre, soprattutto perché per la prima volta in questa stagione è successo dopo essere andati in vantaggio".

In vista del ritorno con l'Ajax

Atteso dal decisivo ritorno di Champions League contro l'Ajax, Allegri ha proprio giustificato la scelta del suo ampio turnover con l'avvicinarsi della sfida con gli olandesi: "Abbiamo giocato molto in questi venti giorni, e per fortuna, perché quando non si gioca è peggio. Siamo tornati da Amsterdam mercoledì, venerdì di nuovo in viaggio. Non abbiamo falsato nulla, perché sono certo che se contro la Spal avessero giocato gli altri, quelli che ho tenuto fuori, avremmo fatto peggio".

E a proposito di quei giocatori rimasti in panchina o addirittura in tribuna, il tecnico livornese ha anche voluto fare il punto su chi potrà essere disponibile in vista della Champions League: "Con la Spal c’era bisogno di gente con motivazioni – ha concluso Allegri – Volevo verificare le condizioni di Cuadrado, Barzagli e Dybala e ho avuto delle ottime risposte. Con l'Ajax Matuidi ci sarà, Douglas Costa è invece da valutare. Emre Can va molto meglio, Chiellini vedremo nelle prossime ore".