La consegna del Golden Boy 2018 a Matthijs De Ligt, è stata la scusa per radunare a Torino un po' di volti famosi del calcio italiano ed europeo. Tra coloro che erano presenti alla consegna dei premi, anche il famoso procuratore Jorge Mendes: festeggiato con il riconoscimento come miglior agente europeo. Il 52enne portoghese, da sempre accanto a Cristiano Ronaldo, ha ritirato il premio e regalato una interessante rivelazione.

Di fronte a Pavel Nedved e Beppe Marotta, presenti all'evento e seduti uno a fianco all'altro in platea, l'agente di CR7 ha infatti parlato del colpo di mercato del secolo del club campione d'Italia: "Cristiano è il migliore della storia. Lui già a gennaio mi aveva detto che voleva giocare nella Juve, questa è la verità – ha raccontato Mendes – Io pensavo fosse impossibile, gli dissi che sarebbe stato molto difficile, ma che di impossibile nella vita non c'è nulla".

Il merito di Andrea Agnelli

"In occasione della gara di Champions League tra Real Madrid e Juventus c'è stato il primo incontro con i dirigenti bianconeri, al quale sono seguiti alcuni contatti telefonici che hanno reso fattibile l'operazione – ha aggiunto il procuratore – Il merito è della Juventus, del presidente Agnelli e di chi ha deciso di puntare su Cristiano. Florentino? Tutto normale direi: la Juve voleva il giocatore, e dopo una trattativa di due o tre mesi è riuscita a portarselo a casa".

Durante la serata dedicata ai Golden Boy 2018, un riconoscimento è andato anche a Justin Kluivert (scelto dai lettori di Tuttosport) e a Patrick Cutrone. Collegato in video da Bologna, dove è in ritiro con la squadra, il milanista ha ringraziato per il trofeo dedicato al miglior giocatore italiano Under 21: "Ringrazio i miei compagni, ringrazio lo staff e i tifosi che mi hanno permesso di vincere questo premio. Cercherò di migliorarmi sempre di più e ascoltare mister Gattuso".