"Queen of the damned", ovvero "Regina dei dannati". Questo il nome utilizzato da Jasmine Lennard per il suo profilo Twitter, cancellato, per lanciare vere e proprie bordate nei confronti di Cristiano Ronaldo. La modella inglese, ex di CR7, nei giorni scorsi lo ha definito psicopatico schierandosi al fianco della sua grande accusatrice Kathryn Mayorga. A giudizio della Lennard le accuse di stupro mosse dalla donna al calciatore sarebbero vere, visto che anche lei ha dovuto fare i conti con la "furia" del portoghese. Un rapporto di odio e amore, con la ex di Ronaldo che sempre su Twitter ha postato nel recente passato apprezzamenti per lui, dimostrandosi quantomeno poco coerente. Una situazione che gioca a favore della difesa dell'attuale stella della Juventus, che attraverso i suoi legali, è pronto ad avviare una causa dopo aver bolltato il tutto "falsità"

Cristiano Ronaldo, le contraddizioni del caso Jasmine Lennard su Twitter

Jasmine Lennard ha definito Cristiano Ronaldo "uno psicopatico", schierandosi al fianco di Kathryn Mayorga che lo ha accusato di stupro. La modella inglese, ex di CR7 ha speso parole pesantissime nei confronti del calciatore sul suo profilo Twitter: "Mi ha detto che se avessi frequentato qualcun altro o se avessi lasciato la mia casa mi avrebbe rapita, tagliata a pezzi, messa in una borsa e gettata in un fiume. Sì, ho le prove di tutto ciò che sto dicendo. E’ uno psicopatico". Peccato però che pochi mesi fa, sullo stesso profilo, la Lennard abbia speso parole di grande stima e apprezzamento per Ronaldo, in occasione dei Mondiali di Russia, con complimenti per le sue prestazioni. Una situazione dunque molto contrastante che inevitabilmente fa venire il dubbio che l'ultimo attacco sia un tentativo di ricerca di popolarità

I complimenti del passato della Lennard a Cristiano Ronaldo
in foto: I complimenti del passato della Lennard a Cristiano Ronaldo

La Lennard e le parole del passato su Ronaldo, definito un toy-boy

La Lennard ha provveduto a cancellare immediatamente il suo profilo Twitter, ma i post "galeotti" non sono sfuggiti alla rete. Stesso discorso per l'intervista concessa dalla show-girl al Mirror nel 2010 con parole che alimentano ulteriore perplessità sul suo reale rapporto con Cristiano Ronaldo: "Passai a prenderlo io nel suo hotel ed ero al volante della mia macchina, totalmente nuda. No, meglio, con addosso solo un paio di tacchi a spillo. Non avevo intenzione di salire nella sua camera e lo portai da me. L'ho usato come il mio toy-boy. Mi diede l'impressione di essere un mammone, multimilionario metrosexual, con una personalità bipolare. Rimasi molto confusa, senza capire chi in realtà fosse".

Ronaldo e i suoi legali replicano alla Lennard

Quello che è certo è che le ultime dichiarazioni della Lennard, non preoccupano Cristiano Ronaldo. I legali del giocatore hanno definito le stesse "falsità denigratorie", ed è pronta dunque la battaglia in sede legale. C'è la volontà di impedire che sulla scia della vicenda Mayorga, si tenti di rovinare l'immagine del calciatore. Quest'ultimo avrebbe dunque dato il via libera ai suoi avvocati per procedere contro la sua ex, stando alle ultime indiscrezioni provenienti da Oltremanica