La rivoluzione di Roberto Mancini in occasione della sfida Portogallo-Italia non ha portato i risultati sperati come confermato dalla sconfitta di misura per 1-0. Rispetto all'esordio nella Nations League contro la Polonia, il ct ha cambiato 9 giocatori schierando una Nazionale priva di rappresentati della Juventus. Una situazione che non si verificava addirittura da vent'anni, con l'unico bianconero in campo nella sfida del Da Luz che è stato il portoghese Joao Cancelo.

Portogallo-Italia, Nazionale senza juventini. Non accadeva da vent'anni

Se contro la Polonia, nella prima partita di Nations League, l'Italia di Mancini ha schierato 3 giocatori della Juventus, ovvero Bonucci, Chiellini e Bernardeschi (con Perin rimasto in panchina), contro il Portogallo è cambiato tutto. Il commissario tecnico azzurro ha stravolto la squadra lasciando tutti i rappresentanti bianconeri citati in panchina, senza concedere loro nemmeno un minuto. Una situazione curiosa a livello statistico: l'ultima volta che la Nazionale italiana ha disputato una gara ufficiale senza giocatori della Juventus risale infatti addirittura a vent'anni fa, al match contro il Camerun dei Mondiali del 1998 vinto 3-0 dagli azzurri.

Addio al blocco Juve, ma Bonucci e Chiellini sembrano ancora indispensabili

Certo non si può parlare più di blocco Juve visto che la nuova Nazionale non presenta lo stesso numero  di bianconeri del passato. Al momento però il peso specifico dei rappresentanti della formazione campione d'Italia è notevole soprattutto per quanto concerne la difesa dove capitan Chiellini e Bonucci (tornato nella scorsa estate a Torino dopo un'annata al Milan) possono essere considerati i titolari inamovibili. La loro assenza in Portogallo-Italia si è sentita, con i giovani Romagnoli e Caldara (che ha fatto nell'ultimo mercato, il percorso inverso a quello di Bonucci) che non hanno garantito la stessa sicurezza dei più esperti colleghi.

Juventus, chi lascia e chi arriva in Nazionale

Una situazione che di certo non potrà durare a lungo alla luce della "carta d'identità" dei due bianconeri. D'altronde la Juventus ha già "perso" recentemente in chiave nazionale Marchisio, Buffon e Barzagli. Al momento i calciatori che potrebbero rientrare nel giro, oltre a Rugani spedito in tribuna in Nations League, sono De Sciglio e Spinazzola, al momento alle prese con infortuni. Il tutto aspettando i talenti del futuro, Kean in primis.