Cristiano Biraghi ha lasciato il ritiro azzurro ed è tornato a Firenze. Il ventiseienne difensore milanese ha infatti dovuto abbandonare la Nazionale, impegnata nelle gare di qualificazione al prossimo Europeo, a causa di una lesione di secondo grado del legamento collaterale mediale del ginocchio sinistro. Un problema che il giocatore viola aveva accusato prima della sfida con la Grecia, e che lo ha costretto ad ulteriori esami medici da parte dello staff delle Fiorentina

A confermare la gravita dell'infortunio, nelle scorse ore è così arrivata la nota ufficiale del club appena passato nelle mani di Rocco Comisso: "ACF Fiorentina comunica che il calciatore Cristiano Biraghi, nel corso dell'allenamento di venerdì 7 giugno con la Nazionale italiana svolto ad Atene, in uno scontro di gioco ha riportato una lesione di secondo grado del legamento collaterale mediale del ginocchio sinistro. Il calciatore ha già iniziato le cure del caso e le sue condizioni verranno rivalutate nel corso delle prossime settimane".

Biraghi conteso da quattro squadre

In attesa di capire i tempi di recupero, il giocatore si prenderà qualche giorno di vacanza prima di presentarsi al ritiro viola in quel di Moena. Lì ritroverà Vincenzo Montella, appena confermato dalla nuova proprietà, e quei compagni che rimarranno nel club gigliato. Le sirene di mercato potrebbero però risuonare ancora anche per lo stesso Cristiano Biraghi.

Sull'ex difensore della Primavera dell'Inter, che grazie alle ottime prestazioni al Franchi, e ai consigli di Davide Astori, è riuscito a conquistare la fiducia del commissario tecnico Mancini, c'è infatti lo sguardo interessato degli emissari di Roma, Milan, Inter e addirittura Paris Saint-Germain: tutti pronti a partecipare all'eventuale asta per il classe '92 della Fiorentina, con prezzo di partenza fissato a 10 milioni di euro.