Cinque pareggi e due sconfitte nelle ultime sette gare, la peggior striscia negativa di partite senza vittorie ad un passo e un ambiente decisamente caldo, dopo un mercato al di sotto delle aspettative. L'Inter di Luciano Spalletti è attesa da novanta minuti importanti contro il Crotone. In palio, oltre ai tre punti, c'è anche quella serenità che manca da Appiano Gentile da diverse settimane anche a causa delle trattative andate in fumo nelle ultime ore.

Spalletti attacca la stampa

"Per quanto riguarda il mercato, qualcuno ha creato false aspettative e non siamo riusciti a proteggere i tifosi da queste – ha attaccato il tecnico interista – Mi state facendo dire che non sono contento e che volevo nuovi giocatori, ma con me non parlate e quindi non sapete come sono io. Raccontate quello che immaginate e quello che vi pare. Io non ho chiesto niente a nessuno e non mi aspettavo niente da nessuno. Secondo me parlate con qualcun altro. E' già venuto fuori il fatto che non andremo in Cina il prossimo anno, e la cosa era stata decisa in una riunione. Pastore? Non dovete parlare con me".

Icardi non convocato

Dopo aver confermato che Mauro Icardi non sarà del match ("Voleva giocare ma ha un risentimento muscolare. Abbiamo optato per andare sul sicuro, non vogliamo creargli problemi e rischiare di perderlo per più tempo"), Luciano Spalletti ha così presentato la partita contro l'ex Zenga: "Il Crotone ha ritrovato entusiasmo, perché Walter l'ho conosciuto andando in giro per il mondo con lo Zenit e abbiamo lavorato nello stesso centro – ha spiegato Spalletti – Ci ho parlato e ho toccato con mano il suo lavoro. Dobbiamo riuscire a tenere il pallino in mano e costruire bene con velocità e qualità da dietro, riuscendo a stanarli dal fortino che creeranno".

La crisi e la Champions League

"Mi aspettavo un momento negativo, ma non così lungo – ha continuato il mister – A due mesi dall'ultima vittoria, bisogna essere convinti che ci sono altre cose che ci hanno accompagnato a questo momento, per cui bisogna andare a rafforzare quelle convinzioni e usare di più quelle che sono andate a buon fine. Abbiamo tutti gli ingredienti per competere per arrivare alla Champions, un traguardo importantissimo e difficilissimo. Ma noi ci possiamo stare, i numeri lo dicono".