Protagonista in occasione del derby vinto dall'Inter, Matteo Politano si gode il momento magico viaggiando con il pieno d'entusiasmo verso il ritiro azzurro di Coverciano. Il venticinquenne attaccante nerazzurro, messa da parte l'amarezza dell'eliminazione in Europa League, ha così commentato la bella serata di San Siro: "Sono contento per la vittoria, è stato un derby importante che ci ha rilanciato per la corsa verso la Champions. Come mai un'Inter così diversa rispetto a quella vista con l'Eintracht? Preparare partite come il derby è tutto più semplice. Ci sono però ancora tante partite da giocare per il terzo posto".

L'assist a Icardi

Nelle parole del giocatore interista, riportate dalla Gazzetta dello Sport, c'è spazio anche per il caso Mauro Icardi: "Con i compagni ci siamo detti che questa Inter deve essere sempre così, avere sempre questo spirito di gruppo e questa fame che mettiamo in campo – ha aggiunto l'ex Sassuolo – Icardi è normale che ci manchi. Se sta bene spero che torni. È un giocatore importante per noi, anche per dare un cambio a Lautaro Martinez che è l'unico attaccante centrale che abbiamo. L’incontro con la società? Sono cose che gestiscono loro, noi pensiamo solo al campo".

Spalletti e Mancini

I tre punti conquistati nella stracittadina, che hanno permesso all'Inter di tornare al terzo posto, hanno inoltre fatto svanire tutte le indiscrezioni su un possibile cambio di allenatore: "Il mister non è mai stato messo in discussione da nessuno. Il clima nello spogliatoio si è visto ieri, squadra forte, compatta, gruppo unito. La convocazione di Mancini? Io sono felice perché è sempre importante raggiungere la chiamata in Nazionale, è un mio obiettivo e cerco di dare il massimo per l’Inter – ha concluso – Sono a disposizione del commissario tecnico e cercherò di farmi trovare pronto".