Nel pre-partita con la Spal Beppe Marotta ha parlato della situazione Icardi che tiene banco da ormai un mese in casa Inter. Nei giorni scorsi la società meneghina ha incontrato il suo ex capitano e il suo avvocato per cercare di capire come uscire da questo tunnel tra richieste del numero 9 di Rosario e le linee dettate dal club. L'ad nerazzurro ai microfoni di Sky si è soffermato sul caso che ormai monopolizza l'attenzione dei tifosi, interisti e non, facendo capire che potrebbero esserci delle aperture da parte di entrambe le parti ma che ci deve essere tranquillità nella gestione senza pensare di risolvere tutto in modo approssimativo:

Troppo per le lunghe il caso Icardi? È più intrigante per voi (sorride ndr). C’è grande ottimismo. Intanto devo dire che la quotidianità dell’Inter va avanti, ci sono altri impegni, altri obiettivi ed altre motivazioni. Io ormai sono un veterano di questo lavoro, ne ho viste di tutti i colori. Bisogna gestire la cosa con intelligenza e buon senso. Sono le giuste dinamiche davanti ad una situazione del genere, è giusto che all’inizio ci sia un atteggiamento intransigente da parte della società, ma siamo in una famiglia e c’è anche buonsenso da parte di tutte le componenti, anche l’allenatore ha le sue responsabilità e direi di guardarlo come un fatto che si può gestire in tranquillità. Se arrivassimo a chiedere i danni, sarebbe un grandissimo fallimento.

Marotta si è soffermato anche su Spalletti che, a suo parere, sta gestendo bene la situazione:

Siamo vicini al mister, ma non perché ha bisogno di ricevere attenzioni. Spalletti è maturo ed autorevole, non ha bisogno di ricevere affetto. Siamo vicini perché tutti abbiamo in testa l’obiettivo, noi non andiamo in campo e il nostro compito è quello di trasmettere la nostra voglia di vincere. In ogni squadra ci sono questi problemi, queste sono le dinamiche e questo è il bello del calcio.

Infine l'amministratore delegato dell'Inter ha detto di non essere in grado di dire se ci sono possibilità di vedere Mauro Icardi a disposizione contro il Milan:

Icardi nel derby? Non so se ci sono le possibilità, esula dalle mie riflessioni. Se ragiono da uomo di calcio, dico che questa assenza forzata lo ha messo nelle condizioni di non essere al passo col gruppo, ma tutto questo qualora dovesse rientrare in gruppo.