Le indiscrezioni e i retroscena sono da sempre il "sale" delle trattative di mercato. In estate, ma anche in inverno, i tifosi alimentano infatti i propri sogni grazie agli immancabili "rumors", che solitamente continuano anche dopo il "gong" finale. L'ultima notizia arriva dal Portogallo, dove secondo il quotidiano portoghese "Record" il Milan avrebbe fatto un tentativo "last minute" per Ramires: centrocampista di 31 anni dello Jiangsu Suning.

Come riportato dai colleghi lusitani, dopo aver capito che Claudio Lotito non avrebbe ceduto Milinkovic-Savic, il club rossonero si sarebbe dunque fiondato sul brasiliano ex Chelsea: cercato inutilmente a gennaio anche dall'Inter. Sotto contratto con la società guidata da Suning, il giocatore finirà però probabilmente al Benfica dopo il "no, grazie" del gruppo cinese ai cugini milanisti.

Il tentativo della Lazio

Il brasiliano è stanco della Cina e non vede l'ora di andar via dallo Jiangsu. Il suo rifiuto di presentarsi in ritiro, ha inevitabilmente creato una spaccatura irreparabile con la società cinese che fino ad oggi gli ha corrisposto un ingaggio di oltre 10 milioni di euro a stagione: stipendio che gli è valso il soprannome di "R7".

Prima del "dispetto" di mercato al Milan, il giocatore di Suning era stato avvicinato anche da altre società. Messo fuori rosa dalla squadra cinese (si sta allenando da solo in Brasile) e in attesa della rescissione contrattuale, il centrocampista era stato infatti accostato anche alla Lazio di Simone Inzaghi: pronta ad offrirgli un triennale da 4 milioni di euro, in caso di arrivo a parametro zero. Dopo settimane di trattative, a spuntarla dovrebbe essere però il Benfica. Secondo indiscrezioni, la società portoghese farà firmare a Ramires un contratto biennale da 3 milioni di euro a stagione.