L’Inter nella giornata di giovedì ha annunciato il rinnovo di sei calciatori, tra questi c’è anche Marcelo Brozovic, che ha prolungato fino al 2022. Il centrocampista ha firmato un nuovo contratto, che prevede una nuova clausola rescissoria verso l'estero che è passata da 50 a 60 milioni di euro. Questa cifra ha creato non poche polemiche, perché sui social i tifosi interisti si sono lamentati perché la ritengono eccessivamente bassa.

Brozovic è un giocatore di grande talento, è giovane, e ha senza dubbio la possibilità di crescere ulteriormente. Allo splendido finale della scorsa stagione ha fatto seguito un Mondiale superlativo, con la Croazia ha giocato la finale. Tante squadre nei mesi scorsi lo hanno messo nel proprio mirino e adesso con una clausola da 60 milioni più d’una potrebbe andare al suo assalto. Con l’Inter Brozovic gioca dal gennaio 2015, ha disputato 122 partite e realizzato 19 gol (108 in campionato con 14 gol). Per Spalletti è uno degli intoccabili e l’Inter facendogli firmare un contratto fino al 2022 gli ha mostrato grande fiducia.

Nella giornata di oggi Steven Zhang, figlio del proprietario di Jiadong, è diventato ufficialmente il presidente dell’Inter, diventando così il più giovane presidente della storia dei nerazzurri e diventando inoltre il più giovane numero uno tra quelli della Serie A. In attesa della firma di Beppe Marotta, che è pronto per una nuova avventura dopo oltre otto lunghe stagioni alla Juventus, il club milanese ha annunciato il rinnovo di sei giocatori, oltre a Brozovic, hanno prolungato Candreva fino al 2021, Vecino fino al 2022, Miranda fino al 2020, Gagliardini e Dalbert fino al 2023. Questo il comunicato:

L’Inter è felice di annunciare che Marcelo Brozovic, Antonio Candreva, Dalbert, Gagliardini, Miranda e Vecino hanno prolungato il proprio contratto con il Club. Ecco il dettaglio dei rinnovi sottoscritti dai sei nerazzurri: Brozovic fino al 30 giugno 2022, Candreva fino al 30 giugno 2021, Dalbert fino al 30 giugno 2023, Gagliardini fino al 30 giugno 2023, Miranda fino al 30 giugno 2020, Vecino fino al 30 giugno 2022.