Per tutti i tifosi del Liverpool, Mohamed Salah è un vero e proprio idolo. L'attaccante egiziano è infatti uno dei giocatori più applauditi dentro Anfield Road ma soprattutto fuori, dove decine e decine di supporter dei Reds lo aspettano e lo inseguono sempre anche per un semplice autografo. E' quello che è successo anche a margine del match di debutto dei campioni d'Europa contro il Norwich: vinto 4-1, grazie anche alla prima rete in Premier League di Salah.

Al termine dell'allenamento della squadra di Jurgen Klopp, due ragazzini di 11 e 10 anni hanno infatti atteso l'uscita di Salah e rincorso la sua macchina appena fuori Redwood Melwood: il centro sportivo che ospita il Liverpool. Nel correre verso la Bentley del giocatore, uno dei due è però andato a sbattere violentemente la faccia contro un lampione, finendo a terra privo di sensi. Dopo aver assistito alla scena dal suo specchietto retrovisore, Momo Salah ha così deciso di fermare la macchina e di andare verso il ragazzo per verificare le sue condizioni fisiche.

Il grande cuore di Salah

La scelta del giocatore del Liverpool di soccorrere il piccolo tifoso non è passata inosservata gli occhi del patrigno del ragazzino: "Viviamo di fronte al Redwood Melwood. Salah è stato uno degli ultimi a uscire, Louis e Isaac lo hanno salutato con la mano per attirare la sua attenzione. Purtroppo Louis è finito contro un lampione mentre rincorreva la macchina e si è rotto il naso quando ha colpito il pavimento".

"Stavamo cercando di capire cosa fosse successo quando Mohamed è arrivato – ha dichiarato l'uomo ai media inglesi – Aveva visto che uno dei ragazzi si era fatto male, è tornato indietro per controllare che stesse bene e ha chiesto scusa per l'accaduto. Mo ha abbracciato i ragazzi e Louis per un attimo si è dimenticato di essersi fatto male". Prima di essere trasportato all'ospedale pediatrico Alder Hey di Liverpool, il giovane tifoso dei Reds è però riuscito a realizzare il suo sogno: scattarsi una foto con l'idolo di Anfield Road.