Nessun calciatore può essere paragonato a Leo Messi. Non ha usato troppi giri di parole Pep Guardiola, alla vigilia della super sfida di Champions Manchester City-Napoli per spegnere sul nascere gli azzardati paragoni, tra il suo De Bruyne e la Pulce argentina della stampa inglese. Pur esaltando il belga, il manager non può che porre su gradino nettamente più alto l'argentino con il quale ha avuto modo di lavorare nella sua esperienza al Barcellona, e che sogna di ritrovare in futuro, chi lo sa magari proprio al City.

De Bruyne paragonato a Messi in Inghilterra

Le recenti prestazioni di Kevin De Bruyne, assolutamente in crescendo, nel Manchester City hanno spinto i tabloid ad esaltarne le doti. Come si suol dire, in campo il nazionale belga "canta e porta la croce" al punto da essere definito un calciatore "totale" capace di mettere lo zampino in tutte le trame del City. Come evidenziato dal Guardian, i numeri dell'ex Wolfsburg sono impressionanti: 85% di passaggi riusciti, con 26 occasioni create, 555 passaggi in 671 minuti giocati. 

Nessun giocatore è paragonabile a Messi, parola di Guardiola

Guardiola non può che essere soddisfatto dunque del suo giocatore, anche se il paragone con Messi non è da prendere in considerazione. Il motivo? L'argentino resta di un'altra categoria rispetto al pur fortissimo De Bruyne: "Vorrei che tutti i miei giocatori potessero raggiungere il livello di Messi – riporta FoxSports.it – avremmo vinto molte partite, ma non metterò quella pressione su De Bruyne, è un grande giocatore e mostra sempre un sacco di umiltà, ma nessun confronto è possibile con Messi, è di un altro livello".

Messi, sogno di calciomercato del City

E chissà che Guardiola in futuro non riesca a realizzare il sogno di tornare a lavorare con Messi, magari proprio al Manchester City. Proprio i tabloid poche settimane fa, hanno evidenziato che, dietro i tentennamenti della Pulce per il rinnovo con il Barcellona, ci sarebbe proprio il club inglese, pronto a spingersi fino ad un'offerta pazzesca di 400 milioni di euro, quasi il doppio di quanto investito dal Psg per Neymar.

Guardiola stregato da Sarri, prossimo avversario in City-Napoli

Prima di Messi, De Bruyne e del calciomercato però c'è la sfida contro il Napoli, valida per la Champions League. Un vero e proprio big match per Guardiola che in conferenza stampa ha elogiato il lavoro di Maurizio Sarri, considerato praticamente un maestro: "Mi insegna molto ogni volta che vedo la sua squadra, abbiamo bisogno del sostegno dei nostri tifosi per misurarci con il Napoli, è una grande squadra. Fanno molte cose e la maggior parte perfette, non verranno ad aspettare ma premeranno, sono dinamici e precisi in spazi ridotti e hanno molta qualità.  Se il presidente di Napoli vuole che io dica che loro sono un disastro, lo dirò".