Oramai  i ‘los huevos' non si contano più. Da quando Diego Simeone si è rivolto al pubblico del Wanda Metropolitano indicando i propri attributi al gol del 2-0 che sembrava aver aperto le porte della qualificazione ai quarti di finale, il gesto è stato ‘sdoganato' da Cristiano Ronaldo e poi da tutto il popolo bianconero. In segno di scherno e di rivincita. Perché avanti in Champions League è andata la Juventus non l'Atletico Madrid.

"Los huevos", il gestaccio fatto da Diego Pablo Simeone in Atletico Madrid-Juventus, ha dunque fatto scuola e i ‘discepoli' non si contano quasi più. Dopo Cristiano Ronaldo, che è stato immortalato in campo, c'è chi ha pensato di ripeterlo anche in tribuna, E' stato Douglas Costa che ha mostrato la sua personalissima versione dopo il rigore del decisivo 3-0 di Cr7.

Sugli spalti dello Juventus Stadium per infortunio, il brasiliano ha voluto ritagliarsi comunque il suo attimo di protagonismo: è stato ripreso da uno spettatore durante i festeggiamenti seguenti alla rete del 3-0 insieme agli altri giocatori della Juventus in tribuna ad assistere alla partita. Il numero 11 bianconero si gira presumibilmente verso la panchina avversaria e ha mostrato i suoi "huevos".

Un video che è diventato subito virale e rilanciato sul web, proprio come quello di Cristiano Ronaldo, preso quasi a simbolo dell'epica remuntada, e subito utilizzato per costruire ironici ‘meme' e fotomontaggi dedicati a tutti i ‘gufi' che speravano nell'eliminazione agli ottavi della Juventus. Ovviamente, il tutto in modo goliardico e canzonatorio nei confronti di chi lo aveva fatto all'andata. Ma Douglas non rischierà nulla, mentre per Cristiano Ronaldo ci sarà la consueta decisione dell'Uefa che probabilmente ricalcherà quella per Diego Simeone: una multa pecuniaria e nessuna squalifica.